BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL FATTO/ Banco Alimentare: servizi incrementati e costi abbattuti grazie all'accordo con Number 1

Pubblicazione:martedì 18 giugno 2013 - Ultimo aggiornamento:martedì 18 giugno 2013, 12.25

Infophoto Infophoto

La Fondazione Banco Alimentare Onlus, grazie all’accordo raggiunto con Number 1, abbatterà i costi del trasporto e incrementerà la distribuzione degli alimenti offerti alle 9.000 strutture caritative convenzionate dal Banco Alimentare, che assistono ogni giorno 1.800.000 indigenti. Number 1, azienda che in Italia è il primo operatore della distribuzione dei beni di largo consumo, offrirà camion e magazzini. In particolare, supporterà le attività logistiche del Banco Alimentare fornendo servizi per il trasporto delle eccedenze donate dalle aziende agroalimetari, della grande distribuzione e della ristorazione organizzata alla Rete Banco Alimentare. Si è calcolato che Number 1 farà, per il Banco Alimentare, una decina di viaggi al mese lungo tutto il Paese. Ci sarà una prima fase in cui la società si occuperà dei viaggi a temperatura ambiente; in seguito, saranno previsti anche viaggi a temperatura controllata. La partnership durerà sei mesi, ma l’idea è quella di protrarla nel tempo negli anni a venire.

Perché Number 1 fa tutto ciò? L’amministratore delegato Gianpaolo Calanchi ha spiegato che l’iniziativa consente di dimostrare concretamente cosa significhi «mettere al centro dell’impresa il bene sociale. Vogliamo infatti lanciare un segnale che speriamo sia raccolto anche dalle altre aziende del settore alimentare».

L’accordo è stato presentato nell’ambito del convegno “Logistica 2.0: impresa e capitale umano”, promosso Number 1 a Parma, a cui hanno partecipato circa 300 operatori del settore agrolimentare e della grande distribuzione.



© Riproduzione Riservata.