BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TARCISIO BERTONE/ Introd: cittadinanza onoraria al Segretario di Stato Vaticano tra le polemiche

Il comune di Introd in Val d'Aosta ha concesso la cittadinanza onoraria al cardinale Bertone ma fra le polemiche dell'opposizione che ha lasciato l'aula senza prendere parte al voto

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

L'amministrazione comunale di Introd, cittadina della Valle d'Aosta, sembrava aver programmato tutto a puntino: lo scorso 27 giugno si sarebbe dovuta conferire la cittadinanza onoraria al cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato vaticano. Invece non è stato tutto così semplice come previsto. Durante la seduta del consiglio comunale si sono levate le proteste dell'opposizione che ha annunciato che non avrebbe partecipato alla discussione e al successivo voto che avrebbe dovuto conferire la cittadinanza onoraria all'alto prelato. Il cardinale Bertone è solito passare il suo periodo di vacanza a Les Combes nel territorio comunale (quest'anno dal primo al 13 agosto, la stessa località dove erano soliti passare le loro vacanze Giovanni Paolo II e Papa Ratzinger), motivo per cui si era deciso di conferirgli la cittadinanza onoraria. Alla fine la cittadinanza è stata ugualmente concessa grazie ai voti della maggioranza, ma è stata comunque una rottura che lascerà il segno: la cittadinanza onoraria a una personalità viene infatti sempre concessa con l'unanimità dei voti. Questa volta invece l'opposizione, una lista civica, non ha partecipato al voto. 

© Riproduzione Riservata.