BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TRUFFA ALL'INPS/ Quattro arresti a Roma, indagato anche il senatore Aldo Di Biagio

Anche il senatore Aldo Di Biagio (Scelta Civica per l'Italia) risulta indagato, con l’accusa di associazione per delinquere, nella maxi truffa da 22 milioni di euro ai danni dell'Inps

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Anche il senatore Aldo Di Biagio (Scelta Civica per l'Italia) risulta indagato, con l’accusa di associazione per delinquere, nella maxi truffa da 22 milioni di euro ai danni dell'Inps e del Ministero della Giustizia. L’inchiesta ha già portato all’arresto di quattro persone: gli avvocati Nicola Staniscia e Gina Tralicci, un'impiegata dell'Enas in Croazia, Adriana Mezzoli, e la collaboratrice di studio legale Barbara Conti. Secondo quanto si è appreso, sembra che la truffa si basasse sulla richiesta di risarcimenti per italiani residenti all’estero, ma che in realtà erano deceduti oppure ignari della pretesa creditoria e contattati, solamente per verificarne l’identità, con il pretesto della vendita di enciclopedie. Dopo aver verificato 11 mila assegni bancari, la procura ha anche sequestrato dai conti dei due avvocati arrestati beni immobili e contanti per oltre 2 milioni di euro. Nell'ambito della stessa inchiesta sono complessivamente 13 le persone iscritte nel registro degli indagati per reati che, a seconda delle singole responsabilità, vanno dall'associazione per delinquere fino alla truffa aggravata ai danni dello Stato, alla falsità commessa da pubblici ufficiali in atti pubblici e riciclaggio.

© Riproduzione Riservata.