BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 7 giugno, si festeggia Sant'Antonio Maria Gianelli

Pubblicazione:

Sant'Antonio Maria Gianelli  Sant'Antonio Maria Gianelli

Nel febbraio del 1838 Antonio Maria Gianelli venne nominato vescovo di Bobbio (Piacenza), prendendo possesso della cattedra nel maggio di quell'anno. Nel novembre di quello stesso anno, Antonio Maria radunò intorno a sé alcuni missionari e fondò la congregazione degli Oblati di Sant'Alfonso. Costoro, che si insediarono a Bobbio nel 1840 sotto la protezione di sant'Antonio Maria Gianelli, si dedicarono sia all'insegnamento nei seminari e alla formazione dei nuovi sacerdoti, sia alla cura spirituale delle classi popolari e rurali. Nel 1841 anche le suore Gianelline spostarono la loro sede a Bobbio.

Nell'aprile del 1845 Antonio Maria Gianelli iniziò a manifestare i primi sintomi della tisi che lo portò alla morte in pochi mesi. Dopo un periodo di soggiorno in una villetta sulle rive del Trebbia, Antonio Maria parve riprendersi e già durante l'estate del 1845 tornò a dedicarsi all'attività pastorale presso i contadini residenti nei borghi della diocesi. Gli sforzi missionari furono fatali ad Antonio Maria: la tisi si aggravò durante l'inverno e nel marzo del 1846, quando finalmente decise di farsi curare, le sue condizioni erano ormai disperate.

Trasferitosi a Piacenza per essere esaminato da un importante medico locale, spirò il 7 giugno del 1846. Il suo corpo venne riportato a Bobbio e venne in seguito adagiato in una piccola cappella situata nella cripta della cattedrale, all'interno di un'urna di vetro. Il processo di canonizzazione di San Antonio Maria Gianelli iniziò nel 1920, quando papa Benedetto XV ne certificò le virtù eroiche. Il 19 aprile del 1925 il papa Pio XI proclamò Antonio Maria beato; il 21 ottobre del 1951 il successore Pio XII lo fece santo. Assieme a San Colombano, San Antonio Maria Gianelli è patrono di Bobbio.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.