BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BIMBO DISABILE PICCHIATO/ Chi sono i veri "complici" delle maestre aguzzine?

Pubblicazione:sabato 8 giugno 2013

InfoPhoto InfoPhoto

Da qualche anno i carabinieri sono egregiamente attivi nell’installare le telecamere quando la situazione è già largamente fuori controllo, i bambini (siano essi normodotati, sia ipodotati) in grave disagio, le insegnanti fuori di senno e i dirigenti scolastici – misteriosamente − all’oscuro di tutto.

Almeno così preferiscono farci credere, perché non pare assolutamente possibile che gli obiettivi formativi di simili “attività” punitive fossero inserite nel piano di lavoro e nella programmazione didattica che deve essere rendicontata periodicamente assieme all’utilizzo di materiali e “metodi” didattici. 

Molti sapevano dunque e l’arte italica di piangere sul latte versato è pericolosamente controproducente. Gentile ministro Carozza, se ai suoi predecessori è sfuggito questo particolare relativo alla messa in sicurezza di chi entra anno dopo anno tra le spoglie pareti scolastiche, mi rivolgo decisamente a Lei perché ora la misura è davvero colma e la nostra pazienza di perorare la causa pure. Chi ha orecchi per intendere agisca e punti l’indice contro se stesso piuttosto che su quei docenti che hanno perso più le preziose facoltà di autocritica e giudizio. Un appello alle istituzioni affinché “vedano” e prendano finalmente in mano la delicata questione che le parti sociali preferiscono rimuovere...



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.