BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INVESTITA DA UN PIRATA/ Il dramma di Nerio: "Figlia mia, perché non ho potuto far nulla?"

Pubblicazione:giovedì 11 luglio 2013

InfoPhoto InfoPhoto

Adesso dicono che le telecamere di zona hanno ripreso l'auto; ma è il solito espediente, quando non hanno niente in mano consigliano di consegnarsi, dicono che al responsabile restano poche ore, che i carabinieri sono sulle sue tracce. Ma se io resto nascosto, la verità è che non mi troveranno mai. Allora tanto valeva fermarsi subito. Forse avrei potuto fare qualcosa; la ragazza aveva capelli lunghi e scuri, sembrava così leggera e indifesa, ma io ho subito capito che era caduta troppo male.

Come non detto, ecco che arriva la chiamata. Si parte, è sulla provinciale vicino a casa mia, quella strada maledetta.

Due ambulanze, la seconda si è appena fermata, muore il suono della sirena; tutta la scena è illuminata dai lampeggianti, luci blu e arancione. Il medico si alza e viene loro incontro. "Nerio dov'è? Tienilo lì che gli devo parlare. Non farlo avvicinare".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.