BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA & MARKETING/ Il "brand" della Chiesa? Nasce dall’amore per l’uomo

InfophotoInfophoto

Perché studi autorevoli, anche di agnostici, non ha difficoltà a sostenere che “la Chiesa lava più bianco”, ad esempio l’ha scritto Bruno Ballardini: “Gesù lava più bianco. Come la Chiesa inventò il marketing” (Minimum Fax, 2000).

Ma la domanda è: e allora? Dov’è lo scandalo? Se la Chiesa ha inventato il marketing – ed è certamente così – è perché alla Chiesa interessa visceralmente l’uomo, in ogni suo aspetto, perfino nel suo male più radicale. Noi poveri mentecatti credenti chiamiamo questa roba “peccato”, ma vi invito a leggere, fratelli detrattori & indignati, un Kant d’annata, quello stesso autore un tantino moralista epperò cristiano nel fondo, che ragiona di “male radicale” (Radikal Böse): anche lui un fan dei poveri, un pericoloso aficionado della bottega e del vile mercimonio? Stento a crederlo.

No, il punto è che a noi non fanno paura le parole, perché le parole, dentro un’esperienza, e la Chiesa, come ha detto quel grande leader della multinazionale di briganti, “è una storia d’amore”, e sulle ong, visto che anche di questo ci hanno accusato, beh è agli atti la sua replica, che brucia molti cattolici di “buon senso” ed educati alla solidarietà senza Cristo: “La Chiesa non è una ong”.

Ma non fidatevi delle mie citazioni, tosti detrattori, a me interessa che comprendiate che francamente ce ne sbattiamo alla grande dei vostri frizzi e lazzi (sarò educato) su noi, il Papa e la Chiesa, anche perché, come ha annotato Ferrara, “Bergoglio della ragione se ne fotte. Parla direttamente al cuore, ha un rapporto carnale con il cuore dei fedeli”. Eh sì, proprio così: un rapporto carnale, perché quell’Uomo di Nazareth - che aveva già a suo tempo detrattori di ben altra tempra, che si domandavano: “Da Nazareth può mai venire qualcosa di buono?” – sulla carne sua, infilzata e crocifissa, ci ha scommesso una cifra doppia rispetto al buon senso umano e l’ha fatto con quei banditi, sì, anche con quel tal monsignor pietra dello scandalo degli indignati speciali, il monsignor Scarano, l’ormai noto Mr. 500, e con tutta una bella cosca di mafiosi, come chi scrive, del resto che ha una caratteristica, un brand, questo: “Bestiali, come sempre, carnali, egoisti come sempre, interessati e ottusi come sempre lo furono prima, eppure sempre in lotta, sempre a riaffermare, sempre a riprendere la loro marcia sulla via illuminata dalla luce”.