BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO MEDICI/ Lunedì 22 luglio, fermi medici, veterinari e operatori della sanità

Fermi lunedì 22 luglio circa 115mila tra medici e veterinari, rinviati interventi e visite specialistiche: scioperano i medici e gli operatori della sanità pubblica

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

E' stato confermato lo sciopero dei medici che si terrà lunedì prossimo 22 luglio. La protesta riguarda il mancato rinnovo del contratto fermo dal 2009 di cui non si vede ancora uno sbocco, hanno spiegato i sindacati di categoria. Lo sciopero metterà a rischio e nella maggior parte dei casi li cancellerà del tutto, circa 30mila interventi già programmati e 500mila visite specialistiche che saranno in gran parte rimandati. Sono interessati all'agitazione medici, veterinari e operatori della sanità pubblica: la durata della agitazione è di quattro ore all'inizio di ogni turno. Fermi dunque circa 115mila medici e veterinari e fermi anche 20mila tra dirigenti amministrativi, tecnici e professionali del servizio sanitario pubblico. A Roma poi si terrà un sit-in a partire dalle ore 10 davanti alla sede del ministero della sanità. Costantino Troise segretario nazionale Anaao Assomed fa sapere che non è solo il già grave problema del mancato rinnovo del contratto alla base dell'agitazione ma la situazione generale della sanità italiana: "Basta fare un giro nei pronto soccorso per farsi un'idea. Barelle usate come posti letto e medici precari che lavorano in condizioni estreme. Tutto questo con un contratto fermo dal 2009 e con un blocco degli straordinari" ha detto. Inutile dunque è stato l'incontro ieri con il ministro Lorenzin: secondo i sindacati l'atteggiamento del governo è di rimandare ogni ipotesi di rinnovo del contratto al 2014.

© Riproduzione Riservata.