BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAKISTAN/ Alle donne sarà vietato fare la spesa da sole

Secondo le direttive date da un consiglio di esperti religiosi musulmani, in un distretto del nord-ovest del Paese, le donne non potranno mai uscire senza essere accompagnate da un parente

Donne pakistane (Infophoto) Donne pakistane (Infophoto)

Nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa, nel Pakistan nordoccidentale, il secondo Stato al mondo, dopo l'Indonesia, a maggioranza islamica, d'ora in poi le donne non potranno uscire di casa da senza essere accompagnate da un parente maschio nemmeno per fare la spesa. Una nuova restrizione che riguarda il sesso femminile nel distretto di Karak allarga notevolmente il campo dei divieti: non solo a loro era precluso il diritto all'istruzione, alla scelta del marito, e la possibilità di guidare automobili e uscire la sera, ma adesso non potranno lasciare le loro case nemmeno nelle ore diurne per recarsi al mercato. Così hanno infatti stabiliti gli “ulema”, i dottori musulmani locali, che stanno mettendo in atto quella che definiscono una “guerra contro l'immoralità” che riguarda però principalmente le donne. Il divieto di uscire senza essere accompagnate da uomini di famiglia è stato istituito durante un incontro di leader ed esperti religiosi tenutosi ieri in una moschea di Karak e presieduto dall'ex capo del distretto Hafiz Ibn-i-Ameen, esponente del partito religioso Jamiat Ulema-i-Islam. Nel popolosissimo Pakistan il 97% della popolazione è musulmana (di questi l'80% sono sunniti e il 20% sciiti) e interventi del genere sono all'ordine del giorno, dal momento che il Paese è uno dei membri più importanti dell'Organizzazione della Conferenza Islamica e, non operando una divisione tra politica e religione, è essenzialmente a base confessionale.

© Riproduzione Riservata.