BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

GMG RIO 2013/ Anche i giovani buddisti pregano per i coetanei cattolici

I ragazzi dello Sri Lanka di fede buddista lamentano di non avere una possibilità come quella offerta ai cattolici e augurano loro il meglio dall'incontro con il pontefice

Monaci buddisti in preghiera (Infophoto)Monaci buddisti in preghiera (Infophoto)

In questi giorni gli occhi di tutto il mondo sono puntati su Rio de Janeiro, in Brasile, dove papa Francesco si è recato per la 28esima Giornata Mondiale della Gioventù, radunando attorno a sé migliaia e migliaia di giovani fedeli. Un evento di enormi dimensioni che ha attirato la curiosità anche di alcuni ragazzi buddisti dello Sri Lanka che augurano ai loro coetanei cattolici di poter vivere la meglio la possibilità di incontro con il loro pontefice. “Sono fortunati a poter partecipare a un evento come la Giornata mondiale della gioventù. Siamo felici per loro!", hanno detto ad AsiaNews i ragazzi buddisti. "In questo incontro internazionale - spiegano  - possono condividere i loro sentimenti, le loro opinioni e le loro idee, suggerendo un nuovo cammino nel mondo. Noi buddisti non abbiamo occasioni simili, per questo vogliamo augurare a tutti i giovani cattolici di vivere un'esperienza significativa e gioiosa a Rio".Vicini ai giovani della Gmg non ci sono solo i buddisti ma anche molti ragazzi cattolici che assisteranno da casa all'evento, dal momento che quest'anno non è stata prevista una delegazione di fedeli dallo Sri Lanka. “Anche se non abbiamo avuto la possibilità di andare noi, come figli e figlie di Gesù, preghiamo sempre affinché questa settimana sia un successo”, hanno fatto sapere, “e saremo presenti con gli altri giovani con lo spirito!".

© Riproduzione Riservata.