BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIGILE SOSPESO/ Indossò il cappello degli alpini in servizio

Pubblicazione:martedì 23 luglio 2013

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Per rendere omaggio a Leonardo Caprioli, ex presidente dell'Associazione nazionali alpini (Ana) scomparso il 2 luglio scorso all’età di 93 anni, un agente della Polizia locale di Bergamo ha deciso di abbinare il cappello da alpino con la penna nera alla divisa da vigile, proprio mentre regolava il traffico del corteo funebre dello storico presidente. Il gesto, però, non è stato apprezzato da tutti: a Francesco Brignone (questo il nome del vigile), un ufficiale del corpo di polizia locale ha notificato l’avvio di un procedimento disciplinare per essere entrato in servizio senza l'abbigliamento previsto dal regolamento della polizia locale. A decidere sulle sue sorti sarà ora il comandante Virginio Appiani, che il prossimo 19 agosto potrebbe anche comminargli la pena massima prevista per episodi di questo tipo, vale a dire la sospensione dal lavoro per 4 ore, con conseguente decurtazione dello stipendio, ma alla fine la vicenda potrebbe risolversi anche con un semplice richiamo scritto. Al diretto interessato, comunque, non interessa: “Io continuo a ritenere di aver fatto una cosa bella, e corretta, sulla quale mi difenderò – ha spiegato Brignone -. Non mi pento, lo rifarei anche oggi. Per me l'essere alpino significa molte cose e credo che una città come Bergamo possa capirmi: proprio quel giorno era anche lutto cittadino, qualcosa vorrà pur dire”. Il vigile “colpevole” del gesto, inoltre, è in servizio nella polizia locale di Bergamo dal 1998 ed è ormai molto conosciuto in città: proprio gli abitanti si sono divisi sulla questione, tra chi pensa che sia ingiusto punire un segno di rispetto nei confronti del presidente dell'Ana scomparso, e chi invece ritiene sia stata un'azione chiaramente poco rispettosa del regolamento della polizia locale. Erano circa un migliaio gli alpini che hanno preso parte al rito funebre di Caprioli, reduce della Campagna di Russia e storico presidente degli alpini di Bergamo. Al funerale, celebrato dall'arcivescovo emerito di Siena, Gaetano Bonicelli, ha partecipato anche il sindaco della città, Franco Tentorio, mentre su tutti gli edifici pubblici della città sono state issate le bandiere a mezz'asta.



© Riproduzione Riservata.