BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALLARME POLIMIELITE/ Attenzione ai viaggi in Israele: il vaccino è necessario

Pubblicazione:mercoledì 24 luglio 2013

Malato in ospedale (Infophoto) Malato in ospedale (Infophoto)

Attenzione a quanti hanno in programma un viaggio con meta Israele, Somalia, Kenya, Afghanistan, Nigeria e Pakistan: il Ministero della Salute italiano ha infatti raccomandato a tutti coloro che si recheranno in queste zone ha rinnovare il vaccino anti-poliomelitico. Si credeva infatti che il virus della poliomielite fosse stato debellato dallo Stato di Israele nel 2002, ma purtroppo gli esami dell'acqua potabile prelevata in dieci diversi siti del Paese hanno evidenziato la presenza del sierotipo 1 del virus, responsabile dell’85% dei casi della malattia che paralizza gli arti inferiori e superiori. Chi si vorrà recare in queste zone "a rischio", dovrà sottoporsi a "una somministrazione di una ulteriore dose booster, se è stato completato il ciclo vaccinale di base con una dose di richiamo”, mente gli individui non vaccinati (nati prima degli anni '60, decennio dal quale il vaccino è diventato obbligatorio) o vaccinati in modo parziale dovranno sottoporsi a un ciclo completo a tre dosi prima della partenza. Il polivirus si trasmette principalmente attraverso acqua infetta e conduce in breve tempo alla paralisi. In molti temono che possa presto diffondersi anche in Europa e il quartier generale di Ginevra ha sottolineto la necessità per tutti i Paesi che hanno frequenti scambi con Israele di “rafforzare la sorveglianza dei casi di paralisi flaccida acuta, al fine di individuare nuovi focolai e facilitare una rapida risposta”. 



© Riproduzione Riservata.