BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PESCARA/ Esplode fabbrica di fuochi d'artificio: forse 8 dispersi

Questa mattina un grande boato si è sentito a chilomentri di distanza e dalla rimessa di una ditta di Elice, contenente botti, si sono propagate fiamme altissime

Vigili del fuoco (Infophoto) Vigili del fuoco (Infophoto)

Poco dopo le 10 di questa mattina, un enorme boato, sentito anche a chilometri di distanza, ha seguito un'esplosione avvenuta all'interno del deposito della ditta Di Giacomo di Villa Cipressi, fabbrica di fuochi artificiali di Elice, in provincia di Pescara. Le cause della deflagrazione sono ancora ignote e anche le notizie che arrivano dal posto sono attualmente frammentarie, anche se alcuni fonti segnalano tra i cinque e gli otto dispersi. Al momento sono al lavoro cinque squadre e un elicottero dei vigili del fuoco, i soccorsi del 118 e i carabinieri, anche perché alla prima esplosione ne è seguita una seconda di minore entità ma che avrebbe fatto propagare l'incendio divampato anche in un capannone situato nelle vicinanze della rimessa che conteneva i botti e le fiamme si sarebbero poi estese anche nei terreni circostanti. Inoltre, gli abitanti della zona sono molto preoccupati per una nube bianca che sia sta diffondendo nell'aria e anche le città limitrofe a Elice, come Roseto e Pineto, in provincia di Teramo, che hanno sentito il rumore dello scoppio temono che i gas sprigionatisi possano essere dannosi. I soccorsi continuano a cercare i presunti dispersi, sperando che non ci siano vittime o feriti nell'incidente.

© Riproduzione Riservata.