BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IRPINIA/ Pullman precipitato dal viadotto: Letta proclama per domani il lutto nazionale

Domani in concomitanza con i funerali delle vittime dell'incidente in Irpinia viene proclamato il lutto nazionale. Le prime ipotesi sui motivi del terribile episodio

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Una strage che ha colpito tutta Italia e non solo: la notizia del pullman precipitato da un viadotto dell'A16 in Irpinia è stata infatti ripresa dai maggiori siti di tutto il mondo. Le vittime accertate sono 38, ma ci sono ancora dei feriti gravi in ospedali. Una tragedia tale che ha indotto il capo del governo a proclamare domani il lutto nazionale. Intanto si cercano di capire le dinamiche dell'incidente. Come si sa il bus è piombato su alcune macchine ferme in colonna sul viadotto, quindi ha sbandato e sfondato il guardarail finendo a circa trenta metri sotto. I viaggiatori tornavano da un pellegrinaggio alla città di Padre Pio in Puglia. Dalle testimonianze e dai primi riscontri sembra che il mezzo avesse avuto dei seri problemi già da alcuni chilometri prima, sembra che non riuscisse a rallentare la sua corsa e avesse perso dei pezzi, tanto da non riuscire a rallentare nonostante le code e i lavori stradali fossero stati adeguatamente segnalati. L'autista, in un gesto disperato per fermare il mezzo ha cercato di strisciare contro il guardarail, perdendo appunto dei pezzi, poi vista la colonna di macchine ferme si è buttato sul guardarail ma questo ha ceduto e il mezzo è volato dalla scarpata. Non ci sono infatti segni di frenata sulla strada, il che vuol dire che il mezzo non riusciva a fermarsi. L'autista, morta anch'egli, sarà sottoposto a autopsia per determinare quali erano le sue condizioni fisiche, ma dalle manovre tentate per fermare il mezzo sembra che fosse del tutto lucido. Domani dunque a Pozzuoli i funerali delle vittime e il lutto nazionale. La procura di Avellino intanto che indaga sul caso ha dichiarato l'ipotesi di strage e sta valutando se includere anche la società Autostrade tra gli indagati.

 

© Riproduzione Riservata.