BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Il 29 luglio si festeggia Santa Marta di Betania

Pubblicazione:

Santa Marta di Betania  Santa Marta di Betania

Una leggenda narra che dopo la Resurrezione e l'Ascensione al Cielo di Gesù, Marta assieme ai suoi fratelli e altri discepoli arrivarono con una imbarcazione a Saintes Maries de la Mer in Provenza (Francia) dove portarono la Parola di Cristo riuscendo con successo a molte conversioni. Una leggenda del posto narra che nelle paludi fosse presente un terribile dragone, la Tarasca, che devastava i campi fertili della valle del Rodano e terrorizzava la popolazione locale. Saputo ciò, Santa Marta si recò nei boschi in cerca del mostro con dietro dell'acqua santa e quando lo vide fece il segno della croce con un rametto immerso nell'acqua e si mise a pregare. Il mostro divenne mansueto e si rimpicciolì dopo ogni preghiera fino a diventare innocuo. Marta lo portò legato nella città di Tarascona dal quale si dice abbia derivato la sua denominazione dove ancora oggi, il 29 luglio di ogni anno, si tiene una suggestiva processione in ricordo dell'accaduto e dove viene rappresentato il mostro e Santa Marta, da una fanciulla vestita di bianco intenta alla benedizione.

Un'altra leggenda narra che, mentre Santa Marta si trovava ad Avignone per la predicazione, un uomo, che si trovava dall'altra parte del fiume Rhone, si gettò nelle acque per tentare di raggiungere l'altra sponda per ascoltare le parole di Marta, ma l'uomo annegò e venne portato morto ai piedi della Santa. Marta, addolorata per l'accaduto e impressionata dalla grande fede di quest'uomo, supplicò il Signore di riportarlo alla vita come fece per suo fratello Lazzaro e così fu. Non si hanno notizie certe sull'anno della sua morte, ma sicuramente si può affermare che il suo culto si diffuse in tutta la Cristianità e nel corso degli anni sono state fondate congregazioni femminili come le suore di Santa Marta presenti in varie sedi nel mondo. Santa Marta è patrona delle domestiche, delle casalinghe, delle cognate, degli albergatori, dei cuochi, dei locandieri e degli osti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.