BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRIPADVISOR/ Attenzione alle "bufale": il caso del ristorante fantasma

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

"Il portale di viaggi più grande del mondo"; "pianifica il viaggio perfetto". Sono alcune delle frasi che si leggono entrando sulla homepage del sito Tripadvisor, più o meno "consigliatore di viaggi" dall'inglese. Un sito che, nato da non molto, è diventato assai popolare fra gli utenti in tempi di viaggi last minute e di prenotazioni online. Come sottolineano infatti molti operatori turistici, la maggior parte dei viaggi si cercano e si organizzano ormai sulla Rete senza più bisogno delle classiche agenzie di viaggi di una volta.

NUDI E FELICI/ Tra viaggi e risate, una lunga "rincorsa" verso la felicità

Si risparmia, e si trovano idee curiose e poco conosciute. Ma anche ai siti migliori può incappare a volte di finire in una brutta esperienza: sicuramente la colpa può essere della mole di dati che i siti come questi accumulano, oppure in un cattivo consiglio dato da qualche utente al sito stesso. Sta di fatto che alcuni turisti che si sono recati fino in Inghilterra o anche inglesi stessi venuti magari fin dalla Scozia, seguendo i consigli entusiasti delle recensioni (il sito funziona infatti basandosi sui racconti di chi sul posto c'è stato veramente) hanno fatto un bel.. buco nell'acqua.

VIAGGI NEL TEMPO/ Zichichi: ho dimostrato che per le particelle è possibile, ma per noi...

Il ristorante decantato, piazzato su una ex imbarcazione da pesca al largo di Brixham nel Devon non esisteva proprio. Gli sfortunati viaggiatori se ne sono però resi conto dopo essere andati fino a là: all'indirizzo segnalato c'era una stradina piena di cassonetti della spazzatura. Cosa era successo? Sul sito il ristorante Oscar's gestito da Colette e Alfredo veniva descritto benissimo: si sale a bordo, si salpa l'ancora e si mangia pesce pescato al momento, con tanto di camerieri vestiti da sub. Questi particolari avrebbero dovuto insospettire un po' in realtà.

ALLARME POLIMIELITE/ Attenzione ai viaggi in Israele: il vaccino è necessario

Si è scoperto che a scrivere queste recensioni entusiastiche era stato un tale Oscar Parrott un nome finto di un ristoratore del luogo arrabbiato per i giudizi negativi che il sito riservava al suo ristorante. Un bello scherzo non c'è che dire. Fa un po' pensare però che gli annunci di tale ristorante inesistente siano rimasti online per ben tre mesi, senza che nessuno di Tripadvisor si sia preoccupato di verificare anche perché sul sito stesso qualcuno aveva scritto: attenzione, il ristorante non esiste. Troppe recensioni, lamentano i responsabili del sito: circa sessanta al minuto e solo cento controllori incaricati. Per cui forse vale ancora la pena usare il vecchio sistema di una volta: prima di andare in un locale, telefonate per avvertire. Se non vi risponde nessuno, vuol dire che è uno scherzo di un amico di Oscar…

Clicca qui per leggere l'articolo originale su www.ilsussidiario.net



© Riproduzione Riservata.