BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Matteo Renzi / Il sindaco accusa la Chiesa: criticate ma intascate gli affitti

Pubblicazione:domenica 7 luglio 2013

Matteo Renzi - Infophoto Matteo Renzi - Infophoto

Matteo Renzi si sente sempre di più come il famoso "piccione" cui i compagni di partito si divertono a tirare cercando di fiaccarlo prima del congresso del Pd in cui incontrerà nuovamente resistenze grandissime, oltre che un avversario in più l'amico-nemico Pippo Civati il "Renzi di ultrasinistra". E se è vero che l'intenzione del politico fiorentino è di non farsi mettere all'angolo, nemmeno se fosse un angolo tutto d'oro a Bruxelles, ma di continuare a impegnarsi per un secondo mandato come sindaco di Firenze se non riuscisse a prendere le redini del partito, certo non trova in casa una atmosfera proprio benevola. La polemica con il Card. Betori sul degrado morale della città si invelenisce ancora di più arricchendosi di un nuovo capitolo. Gli introiti degli affitti di ristoranti e negozi di piazza Duomo a Firenze vanno "alla Curia e all'Opera del Duomo", ma, per Renzi, non vengono reinvestiti "sulla piazza e sul suo significato religioso" o su iniziative di giovani artisti: "Forse perchè l'affitto non renderebbe abbastanza?". Una stoccatina che certo non gli attirerà altre simpatie negli ambienti della Curia, di certo Renzi dimostra di non volersi "preparare il terreno" in caso di una nuova sconfitta nella scalata al Pd.



© Riproduzione Riservata.