BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 9 luglio, si festeggia Santa Veronica Giuliani

Pubblicazione:martedì 9 luglio 2013

Santa Veronica Giuliani Santa Veronica Giuliani

Il 9 luglio la Chiesa Cattolica venera la memoria di Santa Veronica Giuliani, mistica marchigiana vissuta tra il XVII e il XVIII secolo. Santa Veronica Giuliani nacque nel 1660 nella località dell'entroterra pesarese di Mercatello sul Metauro. Venne battezzata con il nome di Orsola. Il padre di Orsola, Francesco, era un'importante autorità militare della città. Sin dalla più tenera età, Orsola sentì un profondo e sincero sentimento religioso, che la portò a entrare giovanissima nel monastero delle Clarisse situato presso Città di Castello (Perugia). A cinque mesi, Orsola iniziò miracolosamente a camminare per avvicinarsi a un'immagine di Cristo posta a poca distanza dal suo giaciglio. A sette mesi iniziò a parlare per ammonire un commerciante disonesto che ingannava i clienti con una bilancia truccata. All'età di sei anni perse la madre.

Nel febbraio del 1670, Orsola comunicò al padre la volontà di dedicarsi interamente al Signore. Francesco, che aveva sperato per la figlia un futuro come sposa di un nobile della corte di Piacenza - dove il padre era stato nominato soprintendente delle finanze dal duca Ranuccio Farnese - accettò serenamente la decisione dell'adorata figlia. Orsola Giuliani, dopo aver cambiato il suo nome in Veronica, entrò nel monastero delle Clarisse di Città di Castello nel luglio del 1677, all'età di diciassette anni. Le grandi doti spirituali e umane la portarono a venir nominata, nel corso degli anni, infermiera, cuoca, maestra delle novizie e infine badessa del monastero, nell'anno 1716.

Durante tutta la sua vita Santa Veronica Giuliani si dedicò alla meditazione e alla ricerca del contatto con l'Altissimo attraverso l'estasi mistica. Le fonti tramandano che Santa Veronica si sottoponeva a costanti mortificazioni fisiche e spirituali, nel tentativo di espiare parte dei peccati dell'umanità con le sue sofferenze. Il 5 aprile del 1697, trentasettenne, Santa Veronica Giuliana ricevette il dono delle stigmate, che portò per circa trent'anni sino al giorno della sua morte. La santa affrontò con coraggio e fede la durissima prova a cui venne sottoposta, continuando a fare penitenza e a pregare sino al giorno della sua morte. Il Signore la chiamò a sé nel pomeriggio di venerdì 9 luglio del 1727, dopo un'agonia di 33 giorni. Era Venerdì Santo.

Dopo la morte di Santa Veronica Giuliani, due medici di Città di Castello (G.F. Bordiga e G.F. Gentili) vennero incaricati dalle autorità religiose di effettuare un'autopsia del corpo della badessa. Il risultato dell'esame medico fu stupefacente: secondo i dottori, Santa Veronica Giuliani sarebbe morta a causa di un arresto cardiaco, provocato da un corpo invisibile che avrebbe perforato il cuore, trapassandolo da parte a parte, senza lasciare tracce. 


  PAG. SUCC. >