BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PADOVA/ Disperato si suicida e porta con sé nello schianto la sua cagnolina

Pubblicazione:giovedì 1 agosto 2013

Incidente stradale - Infophoto Incidente stradale - Infophoto

Simone Milanese, 36 anni, si è tolto la vita ieri lanciando la sua auto a 100 chilometri orari contro un muro di cinta in via Leonardo Da Vinci, nella zona industriale di Legnaro, in provincia di Padova. Dietro questo gesto estremo, pare ci siano le difficoltà che il ragazzo, architetto, stava affrontando a causa della perdita del suo lavoro. Ma in questo tragico gesto, Stefano non ha voluto essere solo e con sé ha portato la fedele cagnolina, morta anche lei nell’incidente poco dopo l'arrivo dei soccorsi. “L’ha voluta accanto fino all’ultimo istante della sua vita, Simone Milanese, 36 anni di Padova, laureato in architettura. A lei, amica a quattro zampe, inseparabile e affettuosa che gli stava vicino sempre, sia nei momenti allegri, sia nei momenti tristi, senza chiedere nulla in cambio, probabilmente aveva raccontato tutto il dolore e le frustrazioni di un disoccupato in difficoltà economiche. E lei con i suoi occhioni dolci chissà quante volte avrà annuito – in cerca di una carezza tra una slinguazzata e un morsetto affettuoso – al suo padroncino triste e apatico nelle giornate più buie”, ha scritto Daniela Mastromatei su Libero. All'inizio gli inquirenti hanno pensato a un malore, ma quando a casa del ragazzo sono stati tre biglietti d'addio si è resa più imponente l'ipotesi che la scelta di Stefano non sia stata improvvisata, ma meditata. La fidanzata del ragazzo, con cui viveva a Ponta San Niccolò, non sapeva nulla, e non appena ha saputo dai vigili la drammatica notizia, ha accusato un malore. Sulla dinamica del'incidente c'è ben poco da capire: la vittima ha imboccato via Galilei a folle velocità, arrivata allo stop all'incrocio con via Leonardo da Vinci ha tirato dritto senza toccare i freni, schiantandosi  contro il muro di cinta della ditta Nar di Legnaro. La Peugeot di Stefano Milanese è stata posta sotto sequestro e il fascicolo della drammatica vicenda è nelle mani del pubblico ministero Luisa Rossi. 

Che un ragazzo di 36 anni decida di togliersi la vita è una notizia non solo triste, ma tragica. La mancanza di lavoro e la precarietà, diventano ogni giorno delle ombre che fagocitano le speranze dei giovani. Ma fa ancora più pensare il fatto che Stefano sia riuscito a confidare il suo malessere solo alla sua cagnolina, con cui ha voluto condividere tutto. Anche la morte. 



© Riproduzione Riservata.