BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISLAM/ Sbai: attenti ai convertiti italiani, sono senza scrupoli

Pubblicazione:martedì 13 agosto 2013 - Ultimo aggiornamento:martedì 13 agosto 2013, 13.01

InfoPhoto InfoPhoto

Questi, spesso dopo aver subìto un vero e proprio lavaggio del cervello, tirano fuori hadith del '300, aneddoti sulla vita di Maometto, che altro non sono se non il frutto di libere e confutabili interpretazioni da parte dei salafiti dei secoli successivi, arrivate a noi dopo aver perso gradualmente qualsiasi ragionevolezza e fondamento.

E mi inquieto a pensare che menti più "deboli" potrebbero leggere e prendere alla lettera questo genere di insegnamenti, per finire col lasciarsi influenzare da asserzioni così becere. Senza considerare che probabilmente questi blog contengono messaggi in codice diretti a sfornare potenziali jihadisti. Basti ricordare che nemmeno due mesi fa un ragazzo genovese di 25 anni morì durante i combattimenti in Siria tra le truppe fedeli ad Assad e la guerriglia sunnita, alla quale il giovane, convertitosi all'islam, si era unito. È arrivato il momento di comprendere che la strada intrapresa finora per una pacifica integrazione è sbagliata, e avere il coraggio di fare qualche passo indietro. Non si possono attuare assimilazioni forzate, e occorre prendere atto che il multiculturalismo è stato un vero fallimento. Continuare ad accettare passivamente le culture portatrici di barbarie potrebbe essere un errore imperdonabile.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.