BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL PERDONO DI ASSISI/ Oggi 2 agosto: ecco come ricevere le indulgenze plenarie

Nel 1216, dopo una visione, Francesco chiese al Papa di disporre l'indulgenza plenaria per coloro che visitavano la chiesa della Porziuncola. Ecco la storia e come riceverla

La Porziuncola La Porziuncola

Era una notte del 1216, quando Francesco come suo solito era in preghiera nella sua chiesetta della Porziuncola. Una grande luce invase il posto e Francesco vide apparire sopra l'altare Cristo immerso nella luce con alla desta Maria e tutto intorno molti angeli. Francesco si prostrò del tutto faccia a terra ad adorare quella visione. Maria e Suo Figlio chiesero al futuro santo che cosa desiderasse per la salvezza delle anime. Senza esitare, Francesco rispose: "Santissimo Padre, benché io sia misero e peccatore, ti prego che a tutti quanti, pentiti e confessati, verranno a visitare questa chiesa, conceda ampio e generoso perdono, con una completa remissione di tutte le colpe". Gesù gli rispose che aveva chiesto una cosa grande, ma di cose ancor più grandi sarebbe stato degno. Comunque, gli concedeva quanto chiesto a patto che domandasse al suo vicario in terra questa indulgenza. Proprio in quei giorni il Papa Onorio III si trovava a Perugia; Francesco si recò da lui e con qualche difficoltà il pontefice concesse poi l'approvazione chiedendo per quanti anni avrebbe voluto durasse. Francesco rispose: "Padre Santo, non domando anni, ma anime". Se ne andò senza nessun documento scritto stupendo il Papa e qualche giorno dopo alla presenza dei vescovi dell'Umbria nella sua Porziuncola con le lacrime agli occhi disse: "Fratelli miei, voglio mandarvi tutti in Paradiso!". Questa è la storia di come nacque l'indulgenza di Francesco riassunta da come la si racconta nel "Il Diploma di Teobaldo". Da allora milioni di persone si sono recate alla chiesetta per ricevere l'indulgenza che si celebra come festa oggi 2 agosto. Le condizioni per ottenerla: si può intanto ottenere per sé stessi o per le anime del purgatorio "a tutti i fedeli quotidianamente, per una sola volta al giorno, per tutto l'anno in quel santo luogo e, per una volta sola, da mezzogiorno del 1° Agosto alla mezzanotte del giorno seguente". Se non ci si può recare in luogo con il consenso dell'Ordinario del posto. si può ottenere nella domenica precedente o successiva (a decorrere dal mezzogiorno del sabato sino alla mezzanotte della domenica), visitando una qualsiasi altra chiesa francescana o basilica minore o chiesa cattedrale o parrocchiale.
Le condizioni sono le medesime di tutte le indulgenze plenarie: Confessione sacramentale per essere in grazia di Dio (negli otto giorni precedenti o seguenti); Partecipazione alla Messa e Comunione Eucaristica; Visita alla chiesa della Porziuncola (o un'altra chiesa francescana o chiesa parrocchiale), per recitare alcune preghiere. In particolare: Il CREDO, per riaffermare la propria identità cristiana; Il PADRE NOSTRO, per riaffermare la propria dignità di figli di Dio, ricevuta nel Battesimo; UNA PREGHIERA SECONDO LE INTENZIONI DEL PAPA (ad esempio Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre), per riaffermare la propria appartenenza alla Chiesa, il cui fondamento e centro visibile di unità è il Romano Pontefice.

© Riproduzione Riservata.