BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIAGGI SFORTUNATI/ Quattordici ore in volo in preda a vomito e diarrea tornando dalla GMG

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Quattordici ore di volo da incubo. E' la brutta avventura capitata a 26 ragazzi che stavano tornando dalle Giornate mondiali della Gioventù che si sono recentemente tenute in Brasile alla presenza di Papa Francesco. I giovani, tutti tra i 15 e i 17 anni, avevano davanti un viaggio bello lungo per tornare a casa in Australia: partiti infatti da Santiago del Cile, la loro destinazione era Sydney, quattordici ore in tutto. Che si sono trasformate in sofferenza continua per loro, ma in disagio non da poco per i passeggeri che hanno avuto la sfortuna di averceli vicini. Talmente disagevole che a un certo punto tutti i 26 ragazzi sono stati spostati in fondo all'aereo e lasciati soli con alcuni medici che si trovavano fra i trecento passeggeri. Ma cosa è successo?

Volare vi fa tremare i polsi? Ecco come superare la paura

Quello che purtroppo può succedere spesso quando si viaggia. orari sconnessi, spostamenti continui e soprattutto cibi consumati di fretta e non particolarmente freschi (cibi preparati in modo improprio, acqua contaminata). Sta di fatto che i giovani hanno cominciato a stare male appena decollati: vomito e diarrea continui. Un tipico caso di gastroenterite, hanno specificato i responsabili del volo, presa prima di imbarcarsi e di cui non è responsabile il cibo di bordo. Con otto bagni a disposizione, i poveri ragazzi hanno praticamente passato il viaggio dentro di essi.

Vacanze: dove non andare. La top 10 delle peggiori località

Una volta giunti a Sydney, mentre il resto dei passeggeri continuava verso Melbourne, sedici di loro sono stati fatti scendere e ricoverati in ospedale al fine di dare loro il trattamento del caso, soprattutto per controllare il loro livello di disidratazione che è il problema maggiore in casi di vomito e diarrea. La dieta consigliata infatti dopo essere stati colpiti da gastroenterite è una buona idratazione che deve durare dalle 12 alle 24 ore per poi ricominciare solo dopo con cibi solidi, naturalmente una dieta in bianco composta da passata, riso, carote, patate lesse, mela e banane).

Viaggiare/ Le "app" per la donna che parte sola e all'avventura

Tre dei ragazzi erano così doloranti che sono dovuti essere trasportati in barella. Visto poi che questo tipo di virus è anche contagioso quando si trascorre diverso tempo insieme, i passeggeri che erano stati vicini ai ragazzi sono stati avvisati di tenere d'occhio il loro stato di salute nelle successive 48 ore. Certo un viaggio che loro e gli altri ricorderanno a lungo. Dunque attenzione a quello che si mangia e come si mangia, a quello che si beve e alle temperature delle bevande stesse, soprattutto se dovete salire a bordo di un aereo da cui non potrete scendere per le prossime quattordici ore. 

Leggi l'articolo originale su ilsussidiario.net



© Riproduzione Riservata.