BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OMOFOBIA/ Senza Dio ci resta soltanto una legge disumana

Pubblicazione:martedì 6 agosto 2013

Un gruppo di omosessuali in manifestazione (Foto: Infophoto) Un gruppo di omosessuali in manifestazione (Foto: Infophoto)

 

Il vero problema, quello che emerge anche dalle ultime leggi contro l'omofobia, è che viviamo in una società nella quale ciò c'è più ci infastidisce e, quasi, ci terrorizza è la diversità (non solo quella di genere, ma anche la diversità di razza, di religione, ecc.), per cui ci preoccupiamo di normarla in tutte le sue forme, come se bastasse una legge per realizzare quel mondo perfetto, quella società perfetta, in cui si possa non avere più bisogno di essere buoni. Ma cosa ci dice ultimamente la diversità? Di cosa è segno? Del fatto che noi non siamo soli, non possiamo concepirci soli perché anche biologicamente abbiamo bisogno di qualcun altro che ci generi o con cui poter generare: è il grande miracolo della diversità (a volte troppo in fretta dimenticato) tra un uomo e una donna che decidono di vivere per sempre insieme. 
Perché si possa accogliere la diversità, non occorrono esperimenti mentali o finti, inchieste giornalistiche o sociologiche, e neanche occorrono norme che regolino i rapporti tra le persone: occorre quel cambiamento di mentalità e del cuore che solo una "misericordia divina" - come ci ricorda spesso Papa Francesco - o una "carezza del Nazareno" (come amava dire Jannacci) possono donarci. 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
06/08/2013 - la finzione (luisella martin)

La finzione diventa una cosa positiva e a volte bella (come nelle opere teatrali), solo se non é nascosta. A teatro tutti noi sappiamo che lo spettacolo non rappresenta la realtà di fatti accaduti e spesso, alla fine dei film compare la scritta che avverte come i fatti narrati non siano riferiti ad avvenimenti reali. In tutti gli altri casi la finzione é una delle tante opere suggerite dal demonio. Per poter scrivere una legge "senza Dio" é sufficiente, come dice il titolo dell'articolo, dimenticare la nostra umanità e seguire il puro spirito intellettuale del male. Cancellare Dio dalle legislazioni degli uomini, farlo sparire dalla sacralità della sessualità feconda, purtroppo non da come risultato la cancellazione del diavolo, libera creatura che si é ribellata al Creatore e che "finge" di essere.