BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Fine del Ramadam/ Islam in festa, si concludono i 30 giorni di purificazione

Si è concluso oggi il periodo di purificazione dei fedeli musulmani: il Ramadan, un periodo di 30 giorni di purificazione in cui, dall'alba al tramonto è proibito bere, mangiare e fumare

Il Ramadan Il Ramadan

FINE DEL RAMADAM. Si è chiuso oggi il Ramadan, il periodo di digiuno ed astinenza che costituisce il quarto dei cinque pilastri della religione musulmana. 

La fine di questo periodo, che dura 29 o 30 giorni, è celebrato con tre giorni di preghiere, canti e feste in tutto il mondo. Ramadan significa nella lingua araba “mese caldo”, e questo fa pensare che un tempo, quando i mesi erano legati al ciclo solare, esso fosse un mese estivo. 

Questo periodo costituisce un momento fondamentale per il fedele musulmano e la sua violazione sarebbe considerata “kafir”, una empietà massima, che in alcuni paesi a maggioranza islamica sarebbe sanzionata penalmente. 

Ma cosa si intende esattamente per digiuno? Durante questi 29-30 giorni (variante che dipende dalla durata del ciclo lunare) i fedeli devono astenersi dall’alba al tramonto dal bere, mangiare, fumare e praticare attività sessuali: poiché si tratta di un momento di purificazione il fedele deve liberarsi di tutti i piaceri materiali per evitare corruzione di corpo e anima. Solo alcune persone possono astenersi da questo periodo: i malati e chi è in viaggio, che possono rimandare ad un secondo momento. 

Sono trattate in modo diverso le donne incinte o che allattano e i malati cronici: a loro è concesso purificarsi, secondo le loro possibilità, aiutando i bisognosi e facendo opere di carità, anche nei confronti di persone di altre religioni. 

Anche in Italia, come in tutto il mondo, le comunità musulmane hanno organizzato i festeggiamenti tradizionali: ad esempio nella zona della moschea romana di Monte Antenne si svolge dalle prime ore del mattino una grande preghiera comunitaria che prevede orazioni a distanza di mezz’ora, per consentire ai numerosi fedeli di partecipare. 

Il Ramadan, poiché segue il calendario lunare, ha luogo in giorni diversi nei vari paesi nei quali si celebra e inizia con l’avvistamento della Luna ad occhio nudo.