BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA A REPUBBLICA/ La risposta di Scalfari: Francesco ha superato il Vaticano II

Pubblicazione:giovedì 12 settembre 2013

Eugenio Scalfari (InfoPhoto) Eugenio Scalfari (InfoPhoto)

Questo, scrive il giornalista, “Papa Francesco lo sa, e la Chiesa cattolica infatti l'ha sperimentato facendo del potere temporale uno dei cardini della sua storia”. La pastoralità, la Chiesa predicante e missionaria, “c'è sempre stata e Francesco d'Assisi ne ha rappresentato la più fulgida ma non certo la sola manifestazione. Tuttavia non ha quasi mai avuto la prevalenza sulla Chiesa istituzionale”. Papa Francesco, secondo Scalfari, “ha interrotto e sta cercando di capovolgere questa situazione. La trasformazione in corso nella Curia e nella Segreteria di Stato sono segnali estremamente importanti. Temo però che molto difficilmente ci sarà un Francesco II e del resto non è un caso se quel nome non sia stato fin qui mai usato per il successore di Pietro”. Eugenio Scalfari poi conclude: “Chi come me non solo non ha la fede ma neppure la cerca; chi come me sente il fascino della predicazione di Gesù e lo ritiene uomo e figlio dell'uomo, non può che ammirare un successore di Pietro che rivendica la Chiesa come luogo eletto affinché il sentimento di umanità custodito in vasi d'argilla non venga distrutto dai vasi di piombo che fuori e dentro la Chiesa spezzano i vasi d'argilla”. In conclusione arriva forse il passaggio più personale dello scritto di Scalfari: “Il Papa mi fa l'onore di voler fare un tratto di percorso insieme. Ne sarei felice. Anch'io vorrei che la luce riuscisse a penetrare e a dissolvere le tenebre anche se so che quelle che chiamiamo tenebre sono soltanto l'origine animale della nostra specie. Più volte ho scritto che noi siamo una scimmia pensante. Guai quando incliniamo troppo verso la bestia da cui proveniamo, ma non saremo mai angeli perché non è nostra la natura angelica, ove mai esista”. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.