BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Ieri il "Che", oggi Justin Bieber: quando il desiderio è vittima dei falsi idoli

Justin Bieber (Infophoto) Justin Bieber (Infophoto)

Al Festival di Venezia ho visto più di trecento ragazzine che correvano urlanti dietro all'ex Harry Potter. Una di esse mi ha detto di aver letto ben dodici volte ciascun libro sul maghetto.

Non sono un sociologo, ma per esperienza mi sono accorto della fragilità di tutte queste generazioni. Ragazzi e adolescenti sempre più insicuri, instabili ma sempre desiderosi di vivere. Ed è questo che spesso li porta a gesti estremi.

Si può avere l'iPhone ultimo modello, wazzappare e facebookare tutto il giorno ma al contempo essere tristi e insoddisfatti.

La domanda che pongo è: come noi adulti possiamo aiutarli?

© Riproduzione Riservata.