BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RECUPERO COSTA CONCORDIA/ La "linea" di galleggiamento della nostra vita

Pubblicazione:mercoledì 18 settembre 2013

Cameramen verso la Costa Concordia (Infophoto) Cameramen verso la Costa Concordia (Infophoto)

C'è comunque da riflettere sul paradosso del media televisivo. Tanto era impotente a rendere conto del cambiamento in atto, tanto si è rivelato straordinariamente efficace nel mostrarcelo dopo. Dobbiamo perciò smettere di pensare che la diretta sia neutralità. E che basti collegarsi con una piazza per avere gli umori del paese. In questo caso il montaggio, che saremmo portati a pensare più soggetto alle manipolazioni, è stato più sincero. Nello strumento televisivo non conta il linguaggio, ma sempre l'autore. Né la diretta né il montaggio sono sinonimi di verità, ma neppure di falsità. Oltre a dipendere dall'autore, dipende anche dallo spettatore, perché è sempre in lui la chiave di interpretazione e il criterio di giudizio e paragone. 

Infine il terzo atto è l'immagine che abbiamo visto dopo il raddrizzamento, all'alba. La nave ha rivelato il suo lato mostruoso, fatto di ruggine e lamiere accartocciate. L'intera fiancata deformata, come un viso preso a pugni. Lo scafo diviso tra la parte ancora bianca, quella rimasta in superficie, e la nera di sotto. Oggi la linea di galleggiamento segna quasi il confine, ma anche la compresenza di bene e male. Non ci si aspettava questa visione. Qui, senza preavviso, lo spettacolo ammutolisce e per un po', per qualche benefico istante, riavvertiamo il suono di stupidità e tragedia. Per poco, perché la diretta è finita e, quando ce la porteranno via questa carcassa di nave, si passerà ad altro scoop. E l'acqua, come dice Dante, non ha memoria ("servando mio solco dinanzi a l'acqua che ritorna equale … Par. II ). 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
18/09/2013 - Altro che galleggiamento, è stare a galla. (claudia mazzola)

A parte la tragedia e la diretta tv lenta, vogliamo vedere i denti bianchi della notizia? Lo spettacolo è l'ingegno umano, un lavoro di fatica e bravura tecnica nel portare a galla non solo la nave ma l'intelligenza umana che ci differenzia dal mondo animale!