BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 18 settembre si celebra San Giuseppe da Copertino, patrono degli aviatori

San Giuseppe da CopertinoSan Giuseppe da Copertino

Oltre a ciò, spesso e volentieri Giuseppe aveva dei momenti di estasi che lo portavano a compiere dei veri propri voli, fenomeni di lievitazione. Per tali motivi fu fatto oggetto di un vero e proprio processo dal Sant’Uffizio, che analizzò tutto quello che gli accadeva e le testimonianze delle persone che avevano avuto a che fare con lui. Il massimo organismo della Chiesa Cattolica in questo ambito decisa che San Giuseppe venisse spostato da Cupertino e per l’esattezza venne prima condotto ad Assisi dove resto per ben 14 anni, poi a Pietrarubbia nelle Marche per pochi mesi, quindi per quattro anni a Fossombrone nell’odierna provincia di Pesaro, dove fu letteralmente isolato dal resto del mondo. Alla fine di questo lunghissimo iter, fu destinato al convento di Osimo, dove visse dal 1657 fino alla sua morte che arrivò il 18 settembre 1663. Le spoglie sono ancora tutt’oggi conservate a Osimo. Il suo processo di beatificazione fu terminato nel 1753 quando lo alzò agli onori dell’altare, Papa Benedetto XIV. In seguito, nel 1767 Clemente XIII lo dichiarò Santo. Per via del sue estasi e della sua capacità di compiere dei piccoli voli, San Giuseppe da Copertino oltre il protettore degli studenti è anche il santo dei voli.

© Riproduzione Riservata.