BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA/ Quell’attimo che le telecamere a Cagliari non hanno visto...

InfophotoInfophoto

E Francesco si è fermato e li ha guardati. Ha bloccato la sua fuga per i vicoli, nella corsa delle 12 ore sarde, per farli sentire uomini ed amati. Li ha guardati e si è sbracciato. Perché l'umanità di un uomo si misura dall'amore e dai particolari. E in quel gesto c'è tutto il Papa argentino e la sua convinzione che nessuno può essere escluso dall'amore. Che tutti hanno diritto ad essere guardati. Come il Signore guarda Matteo nel quadro di Caravaggio tanto amato da Bergoglio. Così quegli uomini senza libertà, con le teste segnate dalle grate, e le mani protese verso il cielo, quegli esseri che si erano affidati a stracci di biancheria colorata per richiamare attenzione, che urlavano in dialetto saluti dispersi dalla distanza, hanno avuto il loro personalissimo incontro con la Speranza. E' bastato uno sguardo. Non basta sempre?

© Riproduzione Riservata.