BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

COMUNI/ Dissesto finanziario, la sentenza Ue: lo Stato deve garantire i debiti dei cittadini

La Corte europea dei diritti umani ha stabilito che lo Stato italiano è tenuto a garantire il pagamento dei debiti contratti dai Comuni che dichiarano il dissesto finanziario.

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Pronunciandosi sul ricorso presentato da due abitanti di Benevento, la Corte europea dei diritti umani ha stabilito che lo Stato italiano è tenuto a garantire il pagamento dei debiti contratti dai Comuni che dichiarano il dissesto finanziario. I due cittadini, Giovanni De Luca e Ciro Pennino, rispettivamente di 86 e 78 anni, nonostante una sentenza pronunciata in loro favore nel 2003, non sono mai riusciti a recuperare quanto dovutogli dal Comune di Benevento in fallimento, vale a dire 24 e 40mila euro. Per questo motivo lo Stato dovrà adesso versare loro 80 mila euro per danni morali e pecuniari. La Corte ha dunque respinto l'argomentazione dell'Avvocatura dello Stato, secondo la quale il fatto che non era stato possibile onorare i debiti poteva essere giustificato dalla eccezionale circostanza dell'insolvenza dell'ente locale. I giudici hanno invece stabilito che, "come organismo dello Stato, una autorità locale non può usare le sue difficoltà finanziarie come scusa per non onorare i suoi impegni".

© Riproduzione Riservata.