BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

KROKODIL/ La droga-killer sbarca negli USA

La terribile droga che sta flagellando la Russia arriva negli Stati Uniti. Difficile dire se si confermerà una piaga sociale di massa come oltreoceano ma la preoccupazione è molta

Una siringa (Foto: Infophoto)Una siringa (Foto: Infophoto)

“Krokodil”, la droga “zombie” che mangia pelle, carne e ossa è sbarcata negli Stati Uniti. Lo ha annunciato ieri il dottor Frank Lo Vecchio del Banner’s Poison Control Center di Phoenix che, in un’intervista al canale televisivo Arizona’S KLTV, ha detto di aver scoperto nei giorni scorsi i primi due casi. Purtroppo, ha aggiunto Lo Vecchio, i soggetti che negli Stati Uniti fanno uso di desomorfina – è questo il nome scientifico della sostanza – potrebbero essere molti di più.

Krokodil era apparsa per la prima volta nel 2002 in Russia dove oggi, secondo Time Magazine, sono oltre 100mila le persone che ne fanno abitualmente uso. Soprattutto fra i giovani sotto i 30 anni. E negli ultimi due anni la desomorfina aveva fatto la sua comparsa anche in Europa, soprattutto in Germania. Krokodil è un sostituto dell’eroina: rispetto a quest’ultima però è più a buon mercato (costa tre volte di meno) ma i suoi effetti sull’organismo umano sono molto più devastanti.

È molto più potente dell’oppiaceo ed è facile da preparare: bastano trenta minuti per “cucinarla”. La desomorfina si ottiene aggiungendo alla codeina altri ingredienti – benzina, iodio, fosforo rosso, oli detersivi industriali – che per l’alto grado di acidità corrodono pelle, tessuti, vene, ossa. Nella zona dove viene iniettata, la pelle diventa dapprima di colore verdastro. Poi si creano delle grosse piaghe; successivamente la pelle va in necrosi e spesso occorre intervenire amputando gli arti.

Poi arriva la morte. Le immagini che circolano in rete sono davvero raccapriccianti per la loro crudezza. La desomorfina crea dipendenza immediata, anche con una sola iniezione. Chi ne fa uso ha un’aspettativa di vita breve, parecchio inferiore a quella di un eroinomane: con la Krokodil si sopravvive dai 3 a un anno, con l’eroina da 6 a 7. Solo l’1% riesce a disintossicarsi. E chi sopravvive, oltre a riportare gravi danni al cervello, rimane sfigurato. In Russia – il paese più colpito da questa piaga – non esistono purtroppo centri di recupero per queste persone.

© Riproduzione Riservata.