BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITINERARI/ Il Maxin di Capo La Gala, il castello di Velona a Montalcino e il senso del meraviglioso

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Qual è il senso di una giornata qualunque? Già, me lo sono chiesto tante volte di questi tempi e riguardando indietro, anche solo di poche ore, vien da dire: ma che stupido. Nini Modugno, le cui canzoni m'hanno accompagnato in questa estate, avrebbe risposto con: Meraviglioso! Ma non ci rende conto, forse, finché la vita non arriva a toglierti qualcosa. A Tindari, nel golfo che guarda le isole Eolie, una notte è arrivata una doppia scossa di terremoto di magnitudo 4.3. E mentre ci si precipitava in giardino ti assaliva un senso di fragilità, su un punto dove comunque non ce la potresti far da solo. Ieri l'altro la medesima scossa ha toccato la costa del Tirreno che bagna la Calabria ed ho pensato a Francesco che all'inizio dell'estate mi ha fatto assaggiare la sua frittata di patate nella Degusteria. Meravigliosa! Sono stato sulla costiera Amalfitana, insieme all'amico Nino Apreda, perché ci vogliono gli occhi di qualcuno per cogliere l'essenza di un luogo. E lui me l'ha fatta cogliere, ancor più dai tavoli del ristorante Maxin di Capo La Gala. Meraviglioso. A Capri, intorno alla piazzetta, due giganti come Gianfranco Vissani e Gennaro Esposito hanno aperto il loro secondo locale. Ti siedi di fronte al mare e assaggi i loro piatti. Meraviglioso. Poi, partendo in direzione Riccione, ho visto con mia moglie il più bell'arcobaleno della mia vita, che dopo pochi istanti s'e fatto doppio. Meraviglioso: incorniciava perfettamente l'Aquila, con le sue ferite, le sue gru. E ancora m'è tornato quel sentimento di gratitudine e di provvisorietà. A Riccione, nell'hotel Lungomare abbiamo inaugurato una terrazza che guarda il mare, da Rimini a Gabicce. E si mangia alla carta, come in un ristorante qualunque, indipendentemente dai clienti dell'albergo. La cucina è super. E a Cinzia e Vincenzo che l'hanno concepito ho detto: Meraviglioso.

Per la prima volta ho visitato Siena da turista. Meravigliosa. E anche gli Uffizi a Firenze, che sono una delle cose più belle del nostro Paese.


  PAG. SUCC. >