BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAPA FRANCESCO/ Omelia di Santa Marta: pace e gioia sono il segno della presenza di Dio nella Chiesa

La vitalità della Chiesa non proviene da documenti e riunioni “per pianificare e far bene le cose”: queste sono realtà necessarie, ma non sono “il segno della presenza di Dio”.

Papa Francesco (Foto InfoPhoto) Papa Francesco (Foto InfoPhoto)

Non "una bella organizzazione" né "un governo che vada avanti, tutto pulito e tutto perfetto", ma la pace e la gioia sono il segno della presenza di Dio nella Chiesa. Lo ha detto oggi Papa Francesco, durante la consueta Messa mattutina alla Casa Santa Marta. Commentando le letture del giorno, in particolare quella del profeta Zaccaria, il Santo Padre ha parlato proprio dei segni della presenza di Dio nella Chiesa: quando Gesù spostò il centro della discussione dall’organizzazione ai bambini, dicendo che “chi è il più piccolo fra tutti voi, questi è grande”, i discepoli non capivano. “I discepoli volevano l’efficacia, volevano che la Chiesa andasse avanti senza problemi e questo può diventare una tentazione per la Chiesa: la Chiesa del funzionalismo”, cioè “la Chiesa ben organizzata, ma senza memoria e senza promessa”, ha deto Jorge Bergoglio. Questa Chiesa, però, “così non andrà: sarà la Chiesa della lotta per il potere, sarà la Chiesa delle gelosie fra i battezzati e tante altre cose che ci sono quando non c’è memoria e non c’è promessa”. Il futuro di un popolo, invece, “è proprio qui e qui, nei vecchi e nei bambini”, perché “un popolo che non si prende cura dei suoi vecchi e dei suoi bambini non ha futuro, perché non avrà memoria e non avrà promessa”. Il segno della presenza di Dio è questo, e “così disse il Signore”, conclude il Pontefice: “Vecchi e vecchie siederanno ancora nelle piazze di Gerusalemme, ognuno con il bastone in mano per la loro longevità. E le piazze della città formicoleranno di fanciulli e fanciulle che giocheranno sulle sue piazze”. Gioco “ci fa pensare a gioia: è la gioia del Signore. E questi anziani, seduti col bastone in mano, tranquilli, ci fanno pensare alla pace. Pace e gioia: questa è l’aria della Chiesa”.

© Riproduzione Riservata.