BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

KYENGE/ Via mamma e papà dai documenti scolastici, sì a genitore 1 e genitore 2: è una buona idea

Il ministro Kyenge si dice favorevole all'idea della delegata ai diritti civili di Venezia: sui documenti scolastici invece di padre e madre, solo genitore 1 e genitore 2

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

In realtà l'idea non è sua, del ministro Kyenge. A proporre di togliete dai documenti scolastici le identità dei componenti delle famiglie e cioè la definizione padre e madre, era stata nelle scorse settimane la delegata ai diritti civili del comune di Venezia, Camilla Seibezzi. Al loro psoto, la terminologia genitore 1 e genitore 2: questo per annullare ogni distinzione fra coppie di genitori eterosessuali e omosessuali. Saputo della cosa, il ministro Kyenge è subito saltata sul carro dicendo che se "questa è una proposta che rafforza le pari opportunità per cui mi sono sempre battuta, sono d'accordo". In Spagna questa usanza è entrata di diritto già nel 2006 e in Francia si sta per fare altrettanto. La dicitura viene usata in tutti i documenti di tipo legale compresi i certificati di nascita. In Italia comunque non ci facciamo mancare niente: è da tempo che molte scuole hanno abolito le feste del papà e della mamma per evitare ogni discriminazione. Fortunatamente al momento il genitore 1 e 2 in Italia non ci saranno: lo stesso sindaco di Venezia ha bocciato la proposta e nel Pd sembra non esserci molto interesse a perseguirla. 

© Riproduzione Riservata.