BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Digiuno sì-digiuno no, tre domande a chi si vergogna di essere cattolico

Pubblicazione:lunedì 9 settembre 2013

Papa Francesco (Foto InfoPhoto) Papa Francesco (Foto InfoPhoto)

Noi che abbiamo digiunato, infatti, non siamo degli illusi che credono ancora agli Dei, ma siamo persone consapevoli che nel mondo c'è un'altra strada - diversa dalla guerra - per costruire il futuro. E questa strada non si impara accodandosi alle decisioni del potente di turno, ma immedesimandosi con uno sguardo vero e autentico sulla nostra vita. Uno sguardo che si acquisisce affrontando con lealtà e ragionevolezza le diverse circostanze che accadono, disponibili a lasciarsi sorprendere dal Bene ovunque esso sia e qualunque esso sia. Del resto, è proprio questa libertà e apertura di cuore che il digiuno ci consegna, restituendoci alla vita più affamati e bisognosi di prima, pronti a entrare nella storia non da cortigiani, ma da protagonisti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.