BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Angelus Papa Francesco/ Video, del messaggio del Papa da piazza San Pietro a Roma. Oggi 1 gennaio 2014

Video, Angelus di Papa Francesco in occasione della solennità della SS. Madre di Dio, piazza San Pietro a Roma. Primo Angelus del nuovo anno. 1 gennaio 2014

Papa Francesco (InfoPhoto) Papa Francesco (InfoPhoto)

VIDEO ANGELUS DI PAPA FRANCESCO, OGGI 1 GENNAIO 2014 Chiedere che il Signore conceda la pace all'inizio del nuovo anno non è una speranza illusoria. Lo ha detto oggi Papa Francesco durante il primo angelus del 2014. Sono invece, ha spiegato. parole di forza, di coraggio e di speranza: "Non una speranza illusoria, basata su fragili promesse umane; neppure una speranza ingenua che immagina migliore il futuro semplicemente perché è futuro". Per rendere possibile tutto ciò, il Papa ha affidato a Maria "il grido di pace delle popolazioni oppresse dalla guerra e dalla violenza, perché il coraggio del dialogo e della riconciliazione prevalga sulle tentazioni di vendetta, di prepotenza, di corruzione". Nella parte conclusiva del suo messaggio, Bergoglio ha infine voluto ringraziare personalmente Giorgio Napolitano che ieri sera nel suo discorso di fine anno lo aveva salutato con "espressioni augurali". Ha ricambiato di cuore invocando la benedizione del Signore su tutto il popolo italiano "affinché, con il contributo responsabile e solidale di tutti, possa guardare al futuro con fiducia e speranza".

DIRETTA STREAMING, MESSA E ANGELUS DI PAPA FRANCESCO, OGGI 1 GENNAIO 2014 - In occasione della solennità della SS. Madre di Dio, Papa Francesco sarà nuovamente oggi in piazza San Pietro a Roma. E’ Infatti il primo gennaio 2014 e alle ore 10 il Santo Padre celebrerà la Santa Messa sul Sagrato della Basilica Vaticana, seguita dalla preghiera dell’Angelus: tutta la giornata sarà visibile anche in diretta streaming grazie al servizio offerto dal Centro Televisivo Vaticano. La stessa data, inoltre, è dedicata anche alla Giornata Mondiale della Pace, dal tema “Fraternità, fondamento e via per la pace”. Nell’ultimo Angelus del 2013, invece, Papa Francesco ha incentrato il suo intervento ai profughi e agli anziani, ma più in generale a tutti coloro che ha definito “esiliati”. “Pensiamo al dramma di quei migranti e rifugiati che sono vittime del rifiuto, dello sfruttamento, che sono vittime della tratta delle persone e del lavoro schiavo – ha detto il Pontefice - Ma pensiamo anche agli altri ‘esiliati’, io li chiamerei ‘esiliati nascosti’, quegli ‘esiliati’ che possono esserci all’interno delle famiglie stesse: gli anziani, per esempio, che a volte vengono trattati come presenze ingombranti. Molte volte penso che un segno per sapere come va una famiglia è vedere come si trattano in essa i bambini e gli anziani”. Jorge Bergoglio ha quindi ribadito le "tre parole chiave per vivere in pace e gioia in famiglia", cioè "permesso, grazie, scusi”: “Quando in una famiglia non si è invadente, si chiede ‘permesso’. Quando in una famiglia non si è egoista, si impara a dire ‘grazie! grazie!’. E quando in una famiglia, uno se ne accorge che ha fatto una cosa brutta e sa chiedere scusa, in quella famiglia c’è pace e c’è gioia”, ha detto il Pontefice, che ha poi chiesto alle famiglie di prendere coscienza "dell’importanza che hanno nella Chiesa e nella società”. L’annuncio del Vangelo, infatti, "passa anzitutto attraverso le famiglie, per poi raggiungere i diversi ambiti della vita quotidiana”. (scorri la pagina in basso per il video).

GUARDA IL VIDEO DELLA MESSA E DELL'ANGELUS

© Riproduzione Riservata.