BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Il 10 gennaio si celebra Santa Francesca Salesia

Pubblicazione:

(infophoto)  (infophoto)

Una volta tornata a Troyes, rimase nella Casa madre per quindici anni, ricoprendo l'incarico di superiora sino al suo decesso nel 1914. In questo periodo riuscì a mandare le sue consorelle in missione in Paesi come l'Africa del Sud, la Namibia, all'Equatore e in altri paesi europei come Italia, Svizzera, Inghilterra e Austria. Inoltre dovette scontrarsi con le leggi anticlericali di Emile Combes, sfociate nel 1903 nello scioglimento degli Ordini religiosi, che furono privati dei loro beni. In seguito a questa decisione furono chiuse ben 23 strutture dell'Opera, mentre Madre Aviat si rifugiava a Perugia, in una delle case delle Oblate. Proprio dall'Umbria, ebbe la possibilità di seguir tutte le attività della sua Congregazione e di tutte le Opere ad essa collegate, con una attività febbrile e incessante. Il 2 febbraio del1908 fu dolorosamente colpita dalla notizia del decesso di padre Brisson, avvenuta nel luogo dove era nato; riuscì ad intervenire ai suoi funerali vestendosi con abiti civili. Il suo decesso avvenne a Perugia, il dieci gennaio del 1914, quando aveva 69 anni. Le sue spoglie furono inumate nel locale cimitero, per poi essere oggetto di traslazione a Santa Maria della Valle; attualmente riposa a Troyes, nella cripta della Casa madre. Beatificata da Giovanni Paolo II, nel settembre del 1992, è stata canonizzata sempre dallo stesso Papa nel novembre del 2001, in una cerimonia svoltasi alla Basilica Vaticana.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.