BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

METE D'INVERNO/ Tra il Roero e il tartufo, un Piemonte da scoprire

Cesare Giaccone, il cuoco pittore Cesare Giaccone, il cuoco pittore

Altro prodotto superbo è il prosciutto cotto della salumeria Faccenda (via Roma, 113 – tel. 0173978131) mentre per le Duchesse della pasticceria Sacchero (via Roma, 29 – tel. 017395617) arrivano da ogni parte d'Italia. Ci si diverte a Govone alla trattoria Pautassi (via Boetti, 21 – tel. 017358010), ma anche all'Ostu di Djun (via San Giuseppe, 1 Castagnito – tel. 0173213600), che parla solo in dialetto e il vino lo serve a bicchiere in magnum. Domenica scorsa c'era tanta gente, venuta volentieri da ogni parte del Piemonte e della Liguria per applaudire Cesare, il cuoco pittore, Ligabue dei nostri giorni che ha riaperto il suo locale mitico ad Albaretto della Torre (via Umberto I, 9 – tel. 0173520147). Il fotografo Bruno Murialdo gli ha dedicato un libro raccontando i suoi piatti come fossero favole. Da qui La Favola nel piatto (Araba Fenice), coi suoi quadri struggenti, ma anche le sue storie che hanno sempre il sapore del buon tartufo bianco d'Alba.

Bisogna venire qui, per capire un poco cos'è la positività anche i momenti difficili. Un territorio baciato dalla fortuna, anche grazie ai sindaci, che hanno fatto squadra fra loro, si sono dati una mano, facendo del Roero una delle zone vitivinicole più accoglienti d'Italia. Meriterebbero un premio... ma per domenica la festa è solo per cani: almeno un giorno l'anno. Si fa festa!

© Riproduzione Riservata.