BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPERIMENTAZIONE ANIMALE/ Corsini (Pro Test): gli animalisti odiano l'umanità, ecco perché ci attaccano

GIULIA CORSINI, studentessa di veterinaria, è stata definita una assassina per il suo sostegno alla sperimentazione animale. In questa intervista ci spiega la sua battaglia

Pro Test Italia Pro Test Italia

Scritte sui muri inequivocabili: sei un'assassina. E' quello che è successo a Giulia Corsini, studentessa di medicina veterinaria e consigliere dell'associazione Pro test Italia, associazione che si batte per una giusta informazione sulla sperimentazione animale ai fini medici. "Quando ho firmato lo statuto dell'associazione" dice Giulia al Sussidiario.net, "ero consapevole che sarei stata vittima di attacchi del genere, ma non mi spavento". Giulia è anche amica di Caterina Simonsen, la ragazza malata anche lei vittima di pesanti attacchi per essersi dichiarata favorevole alla sperimentazione animale. "Fanno quasi ridere questi attacchi nei nostri confronti, proprio a noi che studiamo veterinaria e amiamo gli animali. Ma questo tipo di animalisti, questi estremisti in realtà piuttosto che amare gli animali odiano l'umanità".

 

Tu sei venuta al centro dell'attenzione mass mediatica qualche mese fa, quando sono comparse sui muri le scritte in cui venivi definita una assassina. Da allora è cambiato qualche cosa? Qualcuno degli animalisti ti ha chiesto scusa?

 

Scuse non ne ho mai ricevute anzi ho cominciato a subire altri attacchi, specie sui social network. 


Accuse di che tipo?

 

Sostengono che io sia una ricercatrice che fa queste affermazioni per i propri interessi, che sia manovrata dalle lobby (NWO, Big Pharma, multinazionali varie) oppure che manipoli Caterina (Simonsen, ndr), i giornalisti. Questo tipo di cose.

 

Ci spieghi di cosa si tratta esattamente l'associazione di cui sei una dei fondatori, Pro Test Italia? Chi ne fa parte?

 

Pro test Italia è nata circa un anno fa, ed è nata perché in Italia c'è un sacco di disinformazione sull'argomento della sperimentazione animale. Si parla unicamente di vivisezione e noi abbiamo voluto creare qualcosa per difendere la corretta informazione scientifica sulla sperimentazione animale. Ne fanno parte ricercatori, studenti e tanta altra gente. L'obbiettivo è di informare la gente sull'importanza della sperimentazione animale e difendere la ricerca biomedica.

 

Tu frequenti la facoltà di veterinaria: com'è la situazione lì dentro? E' vero che è stato abolito il corso di sperimentazione animale?

 

Non si parla molto di sperimentazione animale, viene analizzata solo dal punto di vista normativo, non c'è una materia sola che spiega a cosa serva, si potrebbe intuire estrapolando nozioni dalle  varie lezioni, ma certa gente non ragiona quando studia. Mi è stato riferito che tempo fa ci fosse un corso che trattava la sperimentazione animale e che sia stato abolito nelle università ormai da tempo proprio per le pressioni da parte di animalisti.

 

E i docenti cosa dicono? Che posizione prendono?

 

Molti docenti sono fondamentalmente d'accordo sull’importanza della S.A. ma non si esprimono perché l’argomento attualmente è molto delicato e la facoltà ha subito diverse aggressioni da parte di gruppi animalisti etremisti, che hanno lanciato letame durante una conferenza e incendiato una struttura. Credo che molti docenti siano intimiditi. 

 

E tu, da semplice studentessa, come sei arrivata a questo tipo di consapevolezza?