BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALLUVIONE MODENA/ Class action contro i responsabili degli argini

Pubblicazione:martedì 21 gennaio 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Comincia a risolversi la drammatica situazione dell'alluvione che ha colpito la provincia di Modena. L'esondazione di diversi corsi d'acqua tra cui principalmente del fiume Secchia ha portato disagi veramente pesanti, con le acque che si sono spinte fino a Modena città e l'evacuazione di molti residenti specie in zona Bastiglia. Nelle ultime ore infatti è stata individuata la falla negli argini che ha provocato l'esondazione ed è ormai quasi stata tappata del tutto. Purtroppo ieri le acque hanno invaso molte zone, costringendo in casa senza riscaldamento e luce centinaia di persone, mentre molte sono state evacuate dagli elicotteri dei vigili del fuoco. I danni ad abitazioni e aziende sono ovviamente notevoli, oltre il disagio vissuto da tante famiglie. Ed ecco che proprio per questi allagamenti, che non è la prima volta che accadono, molti cittadini irati si sono già recati dagli avvocati per mettere in atto una class action contro i responsabili degli argini, come riporta il sito della Gazzetta di Modena. "Gli alluvionati si preparano a dare battaglia legale e a costituire una Class action contro enti locali e enti pubblici nell'eventualità che emergano precise responsabilità all'origine dell'alluvione che in pochi secondi ha distrutto le loro case e i loro beni" ha annunciato l'avvocato Jasonno. Famiglie che hanno perso tutto nelle ultime ore: "E’ crollato un mondo: non sono colpite solo le case, ma anche i circostanti insediamenti industriali, le coltivazioni agricole, gli allevamenti del bestiame. Queste famiglie mi incaricano di collaborare con la Magistratura, approfondendo le responsabilità penali, amministrative e civili di un tragico, prevedibile evento che ha cause ben precise in capo agli Enti, ai pubblici ufficiali e agli incaricati di un pubblico servizio, che dovevano sovraintendere – e non lo hanno fatto – alla cura del territorio" ha detto ancora. 



© Riproduzione Riservata.