BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MEDJUGORJE/ Che cosa deciderà la Chiesa?

Infophoto Infophoto

Mi spiego. Personalmente mi sento di escludere un giudizio di negazione per due considerazioni: la prima è che la Chiesa nei trent'anni delle apparizioni ha costantemente seguito e analizzato il fenomeno e se avesse riscontrato elementi di truffa e manipolazione sarebbe già intervenuta d'autorità. Invece si è limitata, finora, a formulare nel 1991, con la Dichiarazione di Zara, un giudizio sospensivo, che è stato confermato negli anni, in considerazione del fatto che non essendo l'evento ancora terminato non si può pervenire a una valutazione complessiva. In secondo luogo, l'autorità della Chiesa, che è Madre anche di tutti i milioni di devoti che in questi anni si sono rivolti con fede alla Regina della Pace di Medjugorje, è perfettamente a conoscenza dell'abbondanza di grazie fisiche ma in ultima analisi spirituali riconducibili a questo imponente avvenimento ecclesiale.

 

Nel suo libro Medjugorje Paradiso sola andata, lei insiste proprio su quest'ultimo aspetto, intervistando a lungo i veggenti, ma anche persone di ogni parte del mondo che asseriscono che a Medjugorje hanno fatto esperienza dell'amore di Dio…

E si sono convertite, si sono accostate ai Sacramenti della Penitenza e dell'Eucaristia… I confessionali a Medjugorje sono sempre pieni e le file a Messa per ricevere la Comunione interminabili. Per quanto possa valere, non ho mai visto nascere mele buone da un tronco marcio.

 

Quindi…?

Per queste due considerazioni – avvenimento ancora in corso, abbondanza di frutti buoni – penso che la Chiesa, avallata la consistenza del discernimento già compiuto in passato, o riproporrà le posizioni attendiste già acquisite, dando istruzioni per una corretta pastorale dei pellegrini, o, come nel precedente delle apparizioni africane di Kibeho, pur rimandando a un giudizio definitivo a conclusione delle stesse, decida comunque di sottolineare la veridicità dell'evento nel suo incipit.

 

Ieri, sul Corriere della Sera, Vittorio Messori − riconoscendo l'ondata di grazia testimoniata da chi va a Medjugorje − ha affermato che se le apparizioni non venissero approvate creerebbero sconcerto in milioni di fedeli, ma che se venissero approvate direttamente dalla Santa Sede, soprassedendo al giudizio del vescovo locale, si affermerebbe un precedente irrituale rispetto a quanto sancito dal Diritto canonico. Che cosa ne pensa?



COMMENTI
29/01/2014 - I miracoli (luisella martin)

A mio parere la cosa veramente straordinaria é che, nonostante le apparizioni della Madonna a Fatima, a Lourdes e in altre parti del mondo,la Chiesa non si sia affrettata a cambiare rotta,a prendere una strada più aderente al Vangelo. Dopo secoli di apparizioni, solo oggi il Papa parla ai cristiani con la fede e la semplicità di un apostolo; porta dei fiori a Maria senza aspettarsi in cambio nulla,chiede preghiere, non miracoli! Temo perciò che Maria, nostra mamma tenerissima, continuerà ad apparire compiendo miracoli al posto nostro, dato che i successori degli apostoli non sanno più farli.

 
24/01/2014 - Ogni decisione della Chiesa sarà da me accolta (claudia mazzola)

Sono stata a Medjugorie e posso confermare che quello che succede là è un miracolo ed i miracoli li fa solo il Signore Gesù Cristo.