BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PROCESSO MEREDITH/ Amanda Knox rischia l'estradizione? Ecco cosa dicono gli esperti americani

Amanda Knox condannata questa volta a 28 anni contro i 26: ma potrà essere estradata in Italia? Ecco cosa dicono alcuni esperti di legge americani in questo caso infinito

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Pietrificata, senza dire una parola: così Amanda ieri notte quando il suo avvocato le ha telefonato da Firenze per comunicarle il verdetto dei giudici che l'hanno di nuovo condannata per omicidio, questa volta a 28 anni contro i 26 della prima volta, il terzo ribaltamento dopo i due precedenti processi. Amanda Knox è di nuovo colpevole, questa volta la condanna è a 28 anni. Lei ha seguito tutto dalla sua casa di Seattle, in silenzio, dicono. Parlando nei giorni scorsi invece al giornal einglese The Guardian, era furiosa: dovranno venirmi a prendere, non tornerò mai in Italia di mia volontà. Dovranno prendermi e trascinarmi in carcere mentre urlo la mia innocenza. Perché adesso Amanda Knox comincia a temere che possa essere estradata. Secondo il docente di legge ad Harvard, Alan Dershowitz, in una intervista al canale televisivo Nbc, in caso l'Italia chiedesse davvero la sua condanna, c'è la possibilità che venga estradata: siamo il paese che chiede il maggior numero di estradizioni al mondo, ha spiegato, e dovremmo rifiutare la richiesta di estradizione di una persona condannata per omicidio? Sempre secondo Dershowitz, non giova poi a suo favore il fatto che questa sia la seconda volta che Amanda viene condannata per omicidio. Secondo invece altri esperti americani, come l'ex procuratore Sean Casey intervistato dalla Cnn, è davvero difficile che Amanda possa tornare in Italia per scontare altri anni di galera perché la legge americana dice che una persona non può essere condannata due volte per lo stesso caso. E' stata condannata una volta poi scagionata la seconda: in casi come questi l'estradizione non può essere concessa. 

© Riproduzione Riservata.