BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EPIFANIA/ Camisasca: seguiamo i Magi per capire la nostra vocazione

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Giotto, Adorazione dei Magi (1303-05, particolare) (Immagine d'archivio)  Giotto, Adorazione dei Magi (1303-05, particolare) (Immagine d'archivio)

L'Epifania è una festa missionaria. La nostra missione non vuole imporre agli altri uomini alcuni dogmi incomprensibili. Vuole mostrare con la vita l'umanesimo portato da Gesù, che ha inaugurato una pagina radicalmente nuova nella storia degli uomini.

Cari fratelli e sorelle, il vangelo di questa mattina ci porta al tempo del re Erode. Un re scosso dalla paura permanente di perdere il proprio potere e perciò sempre all'erta, sempre sospettoso, pronto ad uccidere chiunque per salvare il proprio regno. Ancora oggi molti fratelli cristiani sono perseguitati, imprigionati, uccisi a causa della loro fede. Siamo loro vicini nella preghiera e nella comunione.

Ancora oggi molti uomini sono vittime della rapacità dei potenti che nella politica, nell'economia, nei mezzi di comunicazione sociale vogliono imporre le proprie ideologie a scapito dell'uomo. Così si vuole eliminare chi soffre, chi non è più produttivo. Si scatenano guerre, causa di distruzione e di morte, si nega valore alla famiglia naturale.

Abbondano tante realtà di povertà materiale e spirituale, causate anche dall'aridità dei mercati e da traffici illeciti.

La luce dell'Epifania illumini gli uomini di governo e di cultura sul vero bene dell'uomo. Tutti dobbiamo rispondere a Dio. E illumini ciascuno di noi, così da renderci autentici testimoni di Cristo, luce delle genti.

Amen.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.