BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 6 gennaio si celebra Sant'Andrea Bessette

Sant'Andrea BessetteSant'Andrea Bessette

Quando iniziò a operare alcune guarigioni, straordinarie, spesso senza spiegazione, la sua fama fu allargata dalle notizie provenienti dalla stampa. Il 9 maggio del 1878 alcuni giornali cittadini riportarono le notizie riguardanti i primi cinque casi di guarigioni, tutte attribuite alle preghiere di Fratello Andrea, scatenando un fenomeno che portò alla affluenza di migliaia di persone in cerca di cura e di conforto, che presero letteralmente d'assedio la porta del collegio, senza andarsene neanche nel corso della notte. Nessuno di costoro fu mandato via, ma anzi tutti ricevettero le attenzioni del giovane religioso, il quale raccomandava di solito di avere fiducia in Dio e la devozione verso San Giuseppe, per poi frizionarne le membra con l’olio proveniente dalla lampada che ardeva di fronte alla statua del santo. Cure che inspiegabilmente, procuravano conforto fisico e spirituale negli assistiti. Nel corso del 1894 ottenne il permesso dei superiori per l'erezione di una piccola cappella in legno in onore di San Giuseppe, ponendola sul fianco del Mont-Royal, l'altura che sovrasta Montréal situata proprio di fronte al Collegio, la quale fu inaugurata dieci anni dopo. La cappella divenne anch'essa meta di ininterrotti pellegrinaggi, spingendo i superiori a nominare Fratello Andrea suo custode, nel 1905. A questa decisione fece seguito una nuova ondata di guarigioni e prodigi, che gli procurarono la nomea di taumaturgo, mentre la cappella era oggetto di uno straordinario sviluppo, diventando un Santuario dedicato a San Giuseppe. Uno sviluppo favorito proprio dall'operato di Fratello Andrea, lasciato libero dalle autorità ecclesiastiche di portare avanti il suo apostolato. Il 1917 vide l'inaugurazione di una cripta e la successiva benedizione della pietra angolare posta nella chiesa superiore, la quale nei decenni successivi sarebbe diventata uno dei più fiorenti centri religiosi a livello mondiale, nonché uno dei più visitati. Il Santuario sarebbe terminato nel 1955, anche se Alfredo Bessette non poté vederlo finito, a causa della sua morte sopraggiunta il 6 gennaio di diciotto anni prima, alla venerabile età di 91 anni. Una morte che si tramutò in lutto nazionale, seguita dalla sua beatificazione, nel 1982, da parte di Papa Giovanni Paolo II, mentre la canonizzazione è avvenuto nell'ottobre del 2010, a opera di Papa Benedetto XVI.

© Riproduzione Riservata.