BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DE MAGISTRIS/ Sospeso da sindaco di Napoli, la decisione del Prefetto

Pubblicazione:mercoledì 1 ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 1 ottobre 2014, 16.16

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

WHY NOT, DE MAGISTRIS SOSPESO DA SINDACO DI NAPOLI - Dopo la condanna in primo grado a un anno e tre mesi di reclusione per abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta Why Not, Luigi De Magistris è stato ufficialmente sospeso dalla carica di sindaco di Napoli. Lo ha stabilito il prefetto della città, Francesco Antonio Musolino, e la conferma è poi arrivata anche dal ministro dell’Interno Angelino Alfano: "Oggi il prefetto ha ricevuto comunicazione della sentenza e procederà agli adempimenti di legge per la sospensione del sindaco", ha detto durante il question time alla Camera. E’ stata dunque applicata la legge Severino sull'incandidabilità, la stessa che ha portato alla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi. "Coloro che hanno riportato una condanna non definitiva per una serie di reati, tra cui l'abuso d'ufficio, sono sospesi di diritto dalle cariche elettive", aveva già precisato Alfano.

WHY NOT, DE MAGISTRIS VERSO LA SOSPENSIONE - In seguito alla condanna per abuso di ufficio nell'ambito dell'inchiesta Why Not, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris rischia ora di essere sospeso dal suo incarico. La decisione spetta al prefetto del capoluogo campano, Francesco Musolino, che proprio nelle ultime ore ha ricevuto la notifica della sentenza di condanna (un anno e tre mesi) subita da de Magistris. La condanna fa riferimento a una inchiesta ai tempi in cui l'attuale sindaco di Napoli era ancora magistrato, inchiesta che secondo i giudici avrebbe visto l'allora magistrato impossessarsi con l'aiuto di un detective dei tabulati di numerosi parlamentari senza averne avuto l'autorizzazione. Tra i nomi importanti che erano finiti nelle mani di de Magistris, anche Romano Prodi.



© Riproduzione Riservata.