BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROGELIO LIVIERES/ Il vescovo destituito contro il Sinodo sullla Famiglia. L’Opus Dei: le sue parole inopportune

L’Opus Dei scarica Rogelio Ricardo Livieres Plano, il vescovo di Ciudad del Este (Paraguay) destituito da Papa Francesco per aver coperto abusi sessuali da parte di preti della sua diocesi.

(Infophoto) (Infophoto)

L’Opus Dei scarica Rogelio Ricardo Livieres Plano, il vescovo di Ciudad del Este (Paraguay) destituito da Papa Francesco per aver coperto abusi sessuali da parte di preti della sua diocesi. La Prelatura, come riporta VaticanInsider, ha preso le distanze dal cardinale in relazione alle sue dichiarazioni contro l’azione del pontificato: “Dentro alla Chiesa, e ultimamente dalle sue più alte sfere, soffiano venti nuovi che non appartengono allo Spirito Santo”, parlando poi di “situazione gravissima” che potrebbe portare a “un grande scisma”. E sul suo blog personale si legge ancora: “Il cardinale Walter Kasper e la rivista gesuita La Civiltà Cattolica sono responsabili di promuovere attivamente la confusione” in merito al problema dell'accesso ai sacramenti dei divorziati. Quello che prima era proibito e considerato una disubbidienza contro la legge di Dio ora potrebbe essere benedetto, in nome della Sua misericordia”. Questa la presa di posizione dell’Opus Dei: “Le parole - molto inopportune - del vescovo Rogelio Livieres pubblicate nel suo blog, sul Sinodo della famiglia, sono di sua piena ed esclusiva responsabilità. L'atteggiamento nella prelatura dell'Opus Dei è e sarà sempre di totale unione al Santo Padre, nella comunione con tutta la Chiesa”.

© Riproduzione Riservata.