BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PAPA FRANCESCO / Ratzinger, un Dono di Dio alla Chiesa e al mondo per il suo spirito e la sua intelligenza

Papa Francesco oggi, 27 ottobre 2014, ha inaugurato il busto di bronzo che ritrae il suo predecessore, il Papa emerito Ratzinger, dedicandogli parole di affetto e stima. Ecco cosa ha detto.

Papa Francesco (Infophoto) Papa Francesco (Infophoto)

PAPA FRANCESCO HA INAUGURATO IL BUSTO DEDICATO A RATZINGER, PAPA EMERITO - Oggi, lunedì 27 ottobre 2014, Papa Francesco ha inaugurato un busto in bronzo con le sembianza del suo predecessore, l’emerito Papa Ratzinger che aveva preso il nome di Benedetto XVI, presso la casina di Pio IV, dove si trova la Pontificia accademia delle scienze a Roma, in occasione della plenaria: sono apparsi chiarissimi l’affetto e la stima del Pontefice nei confronti di Ratzinger, in netto contrasto con la frequente opposizione che li vede molto spesso protagonisti. “E’ un grande Papa” ha affermato Papa Francesco, elencando le sue numerose doti, tra cui l’intelligenza, che non è stata un simbolo di aridità, ha anzi accresciuto il suo Amore verso Dio e verso il prossimo; e anche e soprattutto il suo spirito, che “lungi dallo sgretolarsi, apparirà di generazione in generazione sempre più grande e potente” e che verrà da oggi in avanti ricordato anche grazie a questo monumento a lui dedicato. Papa Francesco ha proseguito con le sue parole, che confermano in tutto e per tutto i gesti positivi e le attenzioni che ha sempre rivolto al suo predecessore, affermando “Benedetto XVI, un grande Papa. Grande per la forze e penetrazione della sua intelligenza, grande per il suo rilevante contributo alla teologia, grande per il suo amore nei confronti della Chiesa e degli esseri umani, grande per la sua virtù e la sua religiosità. Come voi ben sapete, il suo amore per la verità non si limita a teologia e filosofia, ma si apre alle scienze. Il suo amore per la scienza si riversa nella sollecitudine per gli scienziati, senza distinzione di razza, nazionalità, civiltà, religione. Certo di lui non si potrà mai dire che lo studio e la scienza” ha continuato il Pontefice “abbiano inaridito la sua persona e il suo amore nei confronti di Dio e il prossimo, ma al contrario, che la scienza, la saggezza e la preghiera hanno dilaniato il suo cuore e il suo spirito”. In conclusione alle sue parole dedicate a Ratzinger, Bergoglio ha voluto ringraziare Dio per il dono al mondo e alla Chiesa che Ratzinger è stato, grazie alla sua esistenza e al suo Pontificato.

© Riproduzione Riservata.