BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AGGRESSIONE/ Napoli, rapina nell’androne di casa: ragazza picchiata per 15 euro e un iPhone

Pubblicazione:mercoledì 29 ottobre 2014

foto: Infophoto foto: Infophoto

Una ragazza di 19 anni è stata aggredita mentre rientrava a casa da un malvivente che le ha portato via l’iPhone. L’uomo ha aspettato che la giovane aprisse il portone, poi l’ha spinta dentro e ha cominciato a darle calci e pugni, lasciandola a terra sanguinante e portandosi dietro la borsa con dentro 15 euro e il telefono. È accaduto in via Monte di Dio, a Napoli, poco prima delle 3.30 della notte scorsa. La ragazza è stata trasportata all’ospedale Loreto Mare dove è stata ricoverata per ferite e contusioni multiple su tutto il corpo, trauma cranico e ferite al volto con una prognosi di 15 giorni. Adesso i poliziotti del Commissariato San Ferdinando stanno analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza, un particolare quello della videosorveglianza sfuggito al rapinatore. Servono più controlli: «Il nostro quartiere - dichiara il presidente della municipalità di Chiaia San Ferdinando Fabio Chiosi al “Corriere del Mezzogiorno” - durante le ore del giorno è abbastanza presidiato e controllato. Nonostante ciò negli ultimi giorni abbiamo registrato la rapina ad una nota farmacia di via Santa Lucia e ad un tabaccaio di vico Mondragone. E’ evidente che la criminalità di strada sta alzando il tiro, magari con la presenza di bande specializzate proprio in furti e rapine. Il problema più grave però lo abbiamo negli orari notturni, quando la presenza delle pattuglie delle forze dell’ordine è molto limitata. E’ necessario perciò che si faccia uno sforzo perché il nostro quartiere vive anche fino alle prime ore dell’alba grazie alla presenza di locali notturni e di una forte residenzialità». (Serena Marotta)



© Riproduzione Riservata.