BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RAGAZZO OBESO/ Video, Napoli: violentato con una pistola ad aria compressa: migliorano le sue condizioni, il bollettino medico

Ragazzino di 14 anni stuprato con una pistola ad aria compressa da un giovane di 24 anni. E' accaduto a Napoli, è stato necessario il ricovero in ospedale

Immagine di archivio Immagine di archivio

VIOLENTATO CON UNA PISTOLA AD ARIA COMPRESSA E' ancora in prognosi riservata ma sembra che le sue condizioni stiano migliorando. Il ragazzo napoletano violentato con una pistola ad aria compressa che ieri sembrava in fin di vita sembra invece mostrare segnali di miglioramento. E' vigile e cosciente e collabora si legge nel bollettino medico di oggi mentre lo zio ha detto che ha molta voglia di vivere e di ridere. L'uomo ha anche detto che nessuno dei parenti degli aggressori si è recato in ospedale a chiedere come stia il nipote: se fossero venuti ne saremo stati contenti, ha detto. 

VIDEO VIOLENTATO CON UNA PISTOLA AD ARIA COMPRESSA - Un gioco che non si doveva fare. Così i genitori del ventiquattrenne arrestato hanno commentato l’episodio di violenza nei confronti di un ragazzo di 14 anni che adesso lotta tra la vita e la morte. In tre lo hanno deriso perché grasso, poi uno di loro gli ha abbassato i pantaloni e con un tubo d’aria compressa gli ha provocato numerose lacerazioni intestinali. "Non voleva fargli del male, era uno scherzo. Non si è resto conto della gravità del gesto", dicono i genitori del giovane che è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio (gli altri due sono stati denunciati per concorso in tentato omicidio). Ecco le loro dichiarazioni nel video pubblicato dal Corriere della Sera.

VIOLENTATO CON UNA PISTOLA AD ARIA COMPRESSA - Sarebbe stata l'aria sparato violentemente dalla pistola ad aria compressa a perforare l'intestino del ragazzo 14enne malmenato da un 24 enne e due suoi amici. Il giovane è in ospedale, le sue condizioni sono gravissime e sembra che possa rischiare di morire. E' stato sottoposto a intervento churirgico per perforazioni varie al colon. L'autore della violenza è stato arrestato, ma i suoi familiari lo difendono: era solo un gioco hanno detto, sono bravi ragazzi che scherzavano tra di loro. "Hanno fatto, un'enorme stupidaggine ed è giusto che tutti quelli che vi hanno preso parte paghino, ma che paghino il giusto. Non hanno capito che il compressore, con quella potenza, avrebbe fatto danni. Per loro era un gioco" si legge sul giornale Il Mattino. Secondo i testimoni, il ragazzo 14enne era stato preso in giro perché molto grasso. 

VIOLENTATO CON UNA PISTOLA AD ARIA COMPRESSA - Episodio sconcertante accaduto a Napoli nei giorni scorsi. Un ragazzino di 14 anni,"tecnicamente" obeso, cioè piuttosto grasso, è stato vittima di violenze gratuite proprio per il suo aspetto fisico. Il giovane si trovava in autolavaggio di via Padula a guardare il lavaggio delle macchine. Sul posto anche tre altri ragazzi. A un certo punto uno di loro, 24 anni, con l'aiuto degli altri, ha cominciato a prenderlo in giro per poi passare alle vie fisiche. Lo hanno denudato e quindi violentato con una pistola ad aria compressa di proprietà dell'autolavaggio. Il ragazzino è stato ovviamente male e si è reso necessario un ricovero in ospedale perché le violenze gli avevano perforato il colon. Grazie ad alcune testimonianze rilasciate con difficoltà i carabinieri sono risaliti agli autori delle violenze: il giovane di 24 anni è stato denunciato per tentato omicidio e arrestato mentre gli altri due solo denunciati. Il ragazzino obeso è ancora ricoverato in gravi condizioni. 

© Riproduzione Riservata.