BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Il 9 settembre si festeggia San Giovanni Leonardi

Il giorno 9 ottobre, la Chiesa Cristiana onora e ricorda San Giovanni Leonardi.  E' il santo protettore di tutti i farmacisti. Nato nel comune di Borgo a Mozzano (Lucca) nel 1541

foto: Infophoto foto: Infophoto

Il giorno 9 ottobre, la Chiesa Cristiana onora e ricorda San Giovanni Leonardi, promotore del Collegio dei Missionari di Propaganda Fide e fondatore dell'Ordine costituito dai Chierici Regolari della Madre di Dio. E' il santo protettore di tutti i farmacisti. Nato nel comune di Borgo a Mozzano (Lucca) nel 1541, fa parte di una famiglia formata da agricoltori benestanti. Studia a Lucca per apprendere le qualità per diventare un ottimo speziale, così come a quei tempi veniva definito il farmacista. Conosce la comunità dei Colombini, gestita dai Padri Domenicani, prima di apprestarsi al sacerdozio a partire dall'età di 26 anni. A 30 anni celebra la sua prima Santa Messa e inizia a vivere un'esistenza dedicata alla meditazione, alla preghiera e alla confessione, prima di diffondere le normative scaturite dal Concilio di Trento. Riunisce nella Chiesa di San Giovanni i ragazzi del rione nel quale risiede e insegna una catechesi differente rispetto a quelle della sua epoca, con un metodo che riscuote successo anche tra i meno giovani. Il 22 dicembre 1572 è una data importante per Giovanni, che viene ordinato definitivamente sacerdote. San Giovanni fonda una Compagnia Cristiana, che si diffonde in numerose città italiane e, nel 1574, istituisce la Congregazione dei Preti Riformati della Beata Vergine in un'importante parrocchia di Lucca intitolata a Santa Maria della Rosa. L'Ordine viene riconosciuto sette anni dopo dalla diocesi, anche se successivamente inizia una lunga serie di critiche da parte di laici, sacerdoti ed eretici nei confronti della sua rivoluzionaria riforma. Stringe amicizia con San Filippo Neri e viene incaricato di riformare varie congregazioni, tra le quali quelle di Montevergine, Monte Senario e Vallombrosa. Tra il rinnovamento delle cariche, l'eliminazione di alcuni monasteri con pochi membri e la creazione di nuovi noviziati, Giovanni riesce anche a risolvere una disputa tra il vescovo di Nola e il vicerè di Napoli per quanto riguarda la gestione del Santuario della Madonna dell'Arco. Cerca di diffondere la propaganda cristiana anche tra gli infedeli, parte in missione per il Sud America e contribuisce alla creazione del Collegio di Propaganda Fide e della Sacra Congregazione per la Propagazione della Fede. Muore a Roma il 9 ottobre 1608, all'età di 68 anni. Inizialmente, Giovanni Leonardi viene sepolto presso la Parrocchia di Santa Maria del Portico in Campitelli. Papa Clemente XI lo dichiara venerabile a partire dal 1701, mentre il 10 novembre del 1861, il pontefice Pio IX decide di proclamarlo beato. Si tratta del primo beato di sempre che è stato inserito all'interno dell'ambito Martirologio Romano, per merito di Leone XIII. Il 17 aprile 1938, San Giovanni viene fatto santo da Pio XI. Della sua testimonianza ci restano numerosi scritti, in uno dei quali invita il Papa a promuovere una serie di interventi per fare luce sulle piaghe presenti nel mondo della Chiesa. Da sottolineare anche la celebrazione di alcuni sinodi nazionali, l'insegnamento di una catechesi innovativa tra la gioventù dei suoi tempi e il rinnovamento del mondo clericale, importante anche per proporre una nuova mentalità ai fedeli laici. L'8 agosto 2006 San Giovanni Leonardi è stato proclamato Santo Patrono dei farmacisti da parte della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Un provvedimento fortemente voluto da Papa Benedetto XVI per un sacerdote che ancora oggi viene considerato come all'avanguardia.

© Riproduzione Riservata.